Tempo di lettura: 1 minuto

Sono state pubblicate in Gazzetta le disposizioni che rendono finalmente operativo il Bonus Formazione.

L’incentivo consente di finanziare le attività di formazione finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte del personale dipendente dell’impresa (anche in apprendistato), delle competenze relative alle tecnologie Industria 4.0. Sono ammissibili le attività formative concernenti: a) big data e analisi dei dati;b) cloud e fog computing;c) cyber security;d) simulazione e sistemi cyberfisici; e) prototipazione rapida;f) sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA); g) robotica avanzata e collaborativa;h) interfaccia uomo macchina;i) manifattura additiva (o stampa tridimensionale);l) internet delle cose e delle macchine;m) integrazione digitale dei processi aziendali.

Si possono spesare anche le spese relative al personale dipendente, impiegato in qualità di docente o tutor nel limite del 30 per cento della retribuzione. Il credito d’imposta spetta in misura pari al 40% delle spese sostenute e nel limite massimo di 300mila euro, ed è utilizzabile solo in compensazione con F 24.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *