Manca poco all’apertura dello sportello del Bonus Pubblicità: le richieste devono pervenire all’Agenzia delle Entrate dal 22 settembre al 22 ottobre 2018.

L’incentivo spetta per gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa, quotidiana e periodica (anche on line) sostenuti dal 24 giugno 2017, nonché sugli annunci sulle TV e radio locali, analogiche o digitali sostenuti dal 1 gennaio 2018. Il valore di tali investimenti deve superare almeno dell’1 per cento gli investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

Come chiarito da ItaliOggi nell’edizione del 14 settembre il beneficio spetta a chi ha già fatto pubblicità: il valore di riferimento per il calcolo dell’incremento non può infatti essere pari a zero. Le imprese che non hanno investito nel 2017 non possono pertanto richiedere l’incentivo per il 2018.

Il credito di imposta è fissato nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati (potrà essere elevato al 90% nel caso di piccole e medie imprese e di start up innovative in caso di parere positivo dell’Ue).

Il beneficio sarà utilizzabile in compensazione tramite il modello F24.