Con nota del Dipartimento per l’informazione e l’editoria si precisa che il Bonus Pubblicità per il 2020 non avrà carattere incrementale: viene meno l’obbligo di aver sostenuto investimenti pubblicitari nel 2019.

Il Decreto Cura Italia ha infatti introdotto alcune modifiche per l’anno in corso. Il credito di imposta sarà calcolato nella misura unica del 30% dell’intero valore degli investimenti pubblicitari effettuati.

L’incentivo può essere utilizzato dalle imprese per spesare le campagne pubblicitarie sulla stampa, quotidiana e periodica – anche on line – sulle emittenti tv e radio locali, analogiche o digitali effettuati o in previsione nel 2020.

Per usufruire dell’agevolazione è necessario effettuare l’invio della prenotazione dal 1° al 30 settembre.