Tempo di lettura: 1 minuto

Come da previsioni l’assegnazione del credito di imposta pubblicità va a riparto. E’ stato infatti pubblicato nei giorni scorsi l’elenco dei soggetti richiedenti per gli investimenti relativi all’anno 2018 elaborato dall’Agenzia delle Entrate: sono ben 6.781 le istanze complessivamente pervenute, l’88% è in capo a pmi e startup.

Il fabbisogno finanziario delle richieste supera ampiamente la dotazione disponibile, pertanto l’assegnazione dei fondi va a riparto percentuale.

Ciò vuol dire che il credito di imposta spettante ai singoli beneficiari va ridotto sulla base delle seguenti percentuali: del 23% per investimenti incrementali sulle radio e televisioni locali, del 26% per la stampa e dal 23% al 26 per la pubblicità su entrambi i canali.

L’ammontare del credito effettivamente fruibile per il 2017 (di cui non è stato pubblicato l’elenco) e per il 2018 sarà reso disponibile dopo il 31 gennaio 2019 con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

Solo a seguito di tale provvedimento si potrà usare il credito in compensazione.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *