Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Contro il coronavirus stiamo combattendo una vera guerra, va riconosciuto però che questo micidiale virus, ci ha buttati a forza nel mondo internet e tutti abbiamo dovuto darci da fare, per apprendere come sfruttare al meglio le grandi possibilità di questo importante mezzo di comunicazione, attraverso l’utilizzo di apposite piattaforme.

E’ stato proprio grazie all’utilizzo di una di queste, la Teams, che l’AUSER di Pescarolo ed Uniti, nella mattinata di giovedì 11 giugno ha potuto procedere all’assegnazione delle borse di studio agli alunni della locale scuola primaria a conclusione del lavoro che ha coinvolto alunni e insegnanti in questo anno scolastico, sul tema promosso dalla Dottoressa Caterina Gozzoli dal titolo: “A scuola si disegna il futuro”.

Erano presenti i il presidente AUSER Becchi Ivan, la consigliera dott.ssa Caterina Gozzoli, il coordinatore del plesso scolastico maestro Alberto Regonini, l’Assessore Marta Fiammetti, gli alunni e gli insegnanti delle classi terze, quarte e quinte. Dopo i saluti iniziali del presidente, la Dottoressa Gozzoli ha parlato della borsa di studio ed ha concluso proclamando i vincitori: per la classe terza Gusardi Fausto, per la classe quarta Turrini Azzurra e per la classe quinta Savi Nicole. L’incontro si è concluso con la proiezione del video realizzato dalla maestra Paola Feroldi che delinea il percorso fatto per arrivare al Team della Borsa di studio.

E’ stato un momento nel quale non sono mancate emozioni, sintetizzato poi sul sito della scuola dove la stessa viene presentata, sia come edificio architettonico che per la parte formativa. La prima parte è rappresentata da un disegno dell’edificio di Piazza Garibaldi, realizzato da Stefano Carotti della classe quinta dell’anno scolastico 2010/2011; mentre nella seconda parte sono illustrati, in sintesi, i vari percorsi che la scuola ha inserito nel suo calendario: dall’accoglienza all’integrazione di bambini disabili, dai progetti di musica e arte allo studio di uno strumento musicale facoltativo, oltre ad una fattiva collaborazione con gli enti istituzionali e di volontariato presenti sul territorio con l’obiettivo di progettare occasioni stimolanti per gli alunni.

Ancora un iniziativa conclusa grazie all’impegno e alla fattiva collaborazione degli insegnanti che riescono a mantenere un costante collegamento con la realtà locale e un ottimo rapporto con gli alunni. Il tutto sintetizzato poi, con un particolare saluto, carico di ricordi e emozioni finali inevitabili con gli alunni della classe quinta nella mattinata di sabato giugno.