Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Non vi è scenografia migliore del castello di Padernello per mettere in scena il capolavoro della commedia italiana “Brancaleone da Norcia” di Monicelli, Age e Scarpelli. Quello in scena venerdì 5 e sabato 6 novembre è un libero studio e adattamento con la regia e scene di Giacomo Andrico, con Mirco Signorelli e la musiche originali dal vivo  di Renato Bertelli, mentre le luci sono affidate a Roberto Bettoni e la fotografia di scena ad Adriano Treccani. Prenotazione obbligatoria.

La vicenda narra della coraggiosa e sconclusionata impresa cavalleresca del caparbio Brancaleone da Norcia. Sullo sfondo della storia si animano i personaggi che parteciparono alla prima “Crociata dei Pezzenti” convinti di giungere alla Terra santa di Gerusalemme. Spettacolo all’interno della rassegna Pressione Bassa. Impronte teatrali – CTB Centro Teatrale Bresciano e Teatro Laboratorio.

“Ispirato da uno dei più grandi capolavori della “Commedia all’Italiana” (Monicelli, Age, Scarpelli), questo lavoro teatrale intende esplorare le molteplici possibilità dell’uomo “macchina attorale”. “ scrive Giacomo Andrico “L’uomo attore (Mirko Signorelli) e l’uomo musicista (Renato Bertelli), si uniscono in questo percorso vissuto attraverso molte ore di prove e di studio, alla ricerca del loro “Aurocastro” intimo ed interiore. Questo lavoro è stato per noi tutti (staff registico, attori, chi addetto alle luci, chi alle riprese fotografiche, chi alla produzione) una pratica di condivisione. Condivisione di pensieri, di sogni, di attimi di memorie sofferte, condivisione di dubbi e timori, soprattutto spartiti tra le mani sicure ed affettuose di “ritrovati amici”. A futura memoria, e al cuore di questa “invincibile armada”.”

Si ringraziano per la preziosa disponibilità gli omeni e le putte de la Fondazione de lo Feudo di Padernello, tutti i triboladori de li ufici comunicanti, e in particolar modo li mansueti Piero Lanzeni e Gianni Zanoni.