Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Nelle nostre comunità molti cittadini hanno realizzato attività preziose al servizio delle persone, dell’ambiente, della cultura e della solidarietà. Oggi serve aiutarli con nuove idee e con giovani disponibili a inventare modi per stare tutti un po’ meglio.

Per questi motivi nasce “Innovation 4 all“. in cerca di una idea, Brescia città del Noi aiuterà a svilupparla. Il Comune di Brescia e l’Università Cattolica, nell’ ambito di “Brescia città del Noi” finanziato da Fondazione Cariplo, hanno promosso un percorso dedicato ai talenti dei giovani, al quale hanno aderito Forum del Terzo Settore, Centro Servizi Volontariato Brescia, Confcooperative e Acli.

Le candidature vanno inviate entro il 27 aprile a: politichegiovanili@comune.brescia.it

Il percorso “Innovation 4 all” mira a scovare giovani attivi nel terzo settore e con un progetto in testa; permette loro di condividere le idee in un gruppo di pari, migliorarle con il supporto di tutor e formatori, coordinarle e renderle traducibili nel terzo settore.

Al termine del percorso i giovani vedranno potenziate le loro competenze e potrebbero assumere ruoli di responsabilità. “Innovation 4 all” dura 30 ore in tutto, alcuni lunedì dalle 18.00 alle 22.00 e alcuni sabati mattina dalle 10.00 alle 15.00 da maggio a settembre, facendo tappa presso i principali enti bresciani.

Possono partecipare al massimo trenta giovani under 30 già impegnati in un ente del terzo settore; alcuni posti sono aperti per giovani non attivi.

“Innovation 4 all” produrrà indubbi vantaggi per gli enti del terzo settore: permetterà di raccogliere proposte innovative, scovare giovani risorse, rafforzarne le loro competenze e migliorare la relazione tra junior e senior. Il percorso è stato previsto all’interno del progetto “Brescia città del noi” promosso dal Comune di Brescia e sarà finanziato da Fondazione Cariplo.

Il fac-simile della domanda è scaricabile dal sito www.bresciacittadelnoi.it.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *