Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. La Notte della Cultura è la notte che apre i musei e trasforma la città in palcoscenico sabato 5 ottobre in scena “Brescia, la luna e tu” una serata speciale per solleticare nuovi stimoli e interessi, da coltivare poi ogni giorno dell’anno.

Meta di conquista, musa dei poeti, da folli parlarle ma da stolti non darle ascolto, assurdo pretenderla. E’ la luna. Per una sera, lasciamola entrare nei luoghi della cultura della città, rendendola protagonista, ispiratrice o solo pretestuosa compagna di tante iniziative attraverso le quali vivere la ricchezza artistica e la sorprendente creatività di Brescia.

Una Notte, con ampio preludio pomeridiano, dedicata ai luoghi, alle attività, alle associazioni, alle persone che rappresentano la cultura in città. Musei, mostre, musica, cinema, danza, libri, conferenze, osservazioni astronomiche, letture teatralizzate, laboratori, visite guidate e molto altro.

Notte della Cultura 2019 è anche: Gallerie aperte: Paci Contemporary in via Borgo Pietro Wuhrer 53, Sandy Skoglund “Winter” Associazione Artisti Bresciani-AAB in v.lo delle stelle 4, “Vittorio Trainini (1888-1969). L’ultimo maestro della grande decorazione”, Galleria ab/arte in v.lo San Nicola 6, “Andy Warhol & Marilyn.

Inoltre: Brixia Street Food Festival in piazza Tebaldo Brusato, con ottimo cibo di strada, musica, divertimento. Appuntamenti dedicata alla luna: laboratori per i più piccoli dalle 11 alle 24 e dalle 21 musica live col gruppo Manuel Rock. A cura di Vitamina C I mitici anni ’60 ’70 e ’80 in piazza Mercato, per tutti gli appassionati e collezionisti di musica e fumetto, torna l’appuntamento con rarità e memorabilia. Dalle 20 musica dal vivo con brani che omaggiano il tema della Luna, a cura di Associazione Vinile Vintage .Librixia continua anche sabato 5 ottobre, con tanti appuntamenti, libri e ospiti nelle strutture di Piazza Vittoria e in altre sedi.

Notte della Cultura, Brescia, la luna e tu, è un progetto del Comune di Brescia, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei, Centro Teatrale Bresciano, Fondazione Teatro Grande, Mo.Ca – Centro per le nuove culture, C.Ar.M.E.

Il programma

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *