Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Itinerario alla scoperta degli antichi luoghi del commercio della città: un viaggio dal medioevo al ‘900 attraverso testimonianze storiche, aneddoti e vicende del popolo minuto è il programma proposto dal Touring Club di Brescia  per sabato 29 Settembre.

Un  itinerario che permetterà di immergerci in una parte sorprendente della città dove le strade hanno sostituito fiumi e canali, in cui le mura e le porte, che si chiudevano al tramonto per riaprire solo all’alba, proteggevano opifici e mulini funzionanti grazie alla forza delle ruote idrauliche. “Artigiani, frati, mercanti, ladri e prostitute” il cuore pulsante dell’antica città dove abili mani producevano pregiati tessuti di lana e seta, ceramiche, armi e oggetti di oreficeria finemente cesellati che poi intraprendenti mercanti esportavano in città e paesi più o meno lontani.carmine brescia

Il centro della Brescia operosa degli artigiani e dei mercanti era attraversato dal Corso dei Mercanti, strutturato con tutto quanto era indispensabile al controllo doganale. Nel suo cuore vennero costruiti il palazzo della Mercanzia, con visita al suo interno, sede delle corporazioni destinate a governare la nuova ricca comunità e la bellissima Piazza della Loggia, con le sedi del Consiglio Comunale, del Monte di Pietà e del carcere e dove erano collocati gli strumenti per le esecuzioni capitali.

Qui si insediarono gli ordini mendicanti chiamati alla “cura d’anime” di un quartiere popolare e denso di nuovi cittadini. I Francescani osservanti, per esempio, diedero vita ad uno fra i complessi monumentali più interessanti della città, il Convento di S. Giuseppe, la cui chiesa venne eletta dalle corporazioni a sede dei propri altari caratterizzandola tanto da divenire nota come “la chiesa dei mercanti”.

Visitare questi luoghi significa seguire le tracce di una lunga e affascinante epoca storica iniziata intorno al Mille e conclusasi nel corso dell’Ottocento quando, con la Rivoluzione industriale, venne a modificarsi l’assetto commerciale della città.

Il programma

14:35: ritrovo in piazza loggia davanti al monumento alla bella italia

14:50: inizio visita

17:15 : fine visita

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *