Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Rimane poco tempo, fino a domenica 8 settembre, per visitare le straordinarie mostre del Brescia Photo Festival al Museo di Santa Giulia, durante le quali continuano le proposte di visite tematiche.

Al Museo di Santa Giulia difatti per due settimane è possibile, per coloro che hanno avuto l’occasione, visitare le istallazioni del Brescia Photo Festival: Da Man Ray a Vanessa Beecroft, un percorso di 9 mostre: un trittico tematico dedicato al rapporto tra donne e obiettivo fotografico; 3 monografiche dedicate al ritratto dal XIX al XXI secolo; un’installazione che ripercorre la vita e la carriera di oltre trenta fotografe italiane, dall’inizio del secolo ad oggi e due progetti one-off, omaggio a grandi artisti contemporanei.

Un’occasione per indagare i molteplici aspetti del vastissimo universo femminile affiancando allo sguardo di grandi artisti della fotografia dall’Ottocento a oggi, da Man Ray a Robert Mapplethorpe, da Vanessa Beecroft a Francesca Woodman, da Julia Margaret Cameron a Mihaela Noroc ed Elisabetta Catalano, riflessioni e progetti inediti che indagano la complessità del femminile nella società contemporanea. Oltre alla visita alla mostra c’è da vedere o rivedere lo splendido Museo di Santa Giulia! L’ingresso è compreso nel biglietto di mostra.

Sempre fino all’8 settembre prosegue la proposta Brescia Musei, a Great Family Experience, lo speciale pacchetto che consente di vivere una giornata ai musei con la propria famiglia (a soli € 44 valido per due persone e bambini, include l’ingresso in tutti i musei, l’esperienza ArtGlass, i laboratori ludico creativi, gli activity books ed è compreso anche il parcheggio Park Arnaldo – disponibile anche per visitatori singoli a € 23 e comprende l’ingresso in tutti i musei, l’esperienza ArtGlass e il parcheggio (Park Arnaldo). Domenica 1 settembre in Castello alle 15.00 l’attività per famiglie Tutti in natura, in collaborazione con la Specola Cidnea, mentre al Museo di Santa Giulia alle 15.00 si rinnova l’appuntamento con Il Filo di Arianna. A porte aperte. Il Museo accessibile.

C’è anche una novità alla Basilica di San Salvatore, dopo il Capitolium e le Domus dell’Ortaglia, la Basilica di San Salvatore si aggiunge alle esperienze di valorizzazione in realtà aumentata di siti archeologici, rendendo Brescia un unicum in Italia. Grazie al supporto di Regione Lombardia, per la prima volta in Italia sarà possibile immergersi a 360° in una chiesa medievale così come appariva all’epoca della sua fondazione, conoscere la storia dei protagonisti della storia di Brescia e d’Italia che l’hanno voluta, delle martiri le cui reliquie erano conservate nel monastero, e le trasformazioni subite dalla basilica stessa nel corso del tempo.

Per i mesi di agosto e settembre questo servizio innovativo vivrà una fase di test, nella quale il pubblico potrà usufruire gratuitamente della visita con il noleggio degli ArtGlass per le Domus dell’Ortaglia e partecipare in prima persona al miglioramento di questo innovativo progetto compilando un questionario di valutazione. Con la collaborazione attiva tra museo e visitatori, il pubblico sarà in questo modo coinvolto come protagonista nel miglioramento del servizio offerto. ArtGlass Domus dell’Ortaglia: costo noleggio € 6. Possibilità di integrazione del biglietto per visita con ArtGlass al Capitolium € 10. ArtGlass Basilica di San Salvatore: nei mesi di agosto e settembre noleggio gratuito con il noleggio degli ArtGlass delle Domus dell’Ortaglia. Noleggio consentito dai 6 anni in su.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *