Il Ministero dello Sviluppo Economico ha lanciato la misura Brevetti + 2 per favorire ulteriormente la valorizzazione economica dei brevetti frutto della ricerca pubblica e privata.
L’intervento è infatti aperto non solo alle micro, piccole e medie imprese ma anche agli spin-off universitari che presentano progetti per la valorizzazione economica di un brevetto rilasciato dopo il 01/01/2013 (01/01/2012 per gli spinoff).

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 140.000 euro. Fra le spese ammissibili rientrano i costi relativi a:

  • industrializzazione e ingegnerizzazione (quali studio di fattibilità, progettazione produttiva, studio, progettazione ed ingegnerizzazione del prototipo);
  • organizzazione e sviluppo (quali servizi di IT Governance; studi ed analisi per lo sviluppo di nuovi mercati geografici e settoriali; definizione della strategia di comunicazione, promozione e canali distributivi);
  • trasferimento tecnologico (quali proof of concept, due diligence, accordi di segretezza e di concessione in licenza del brevetto, costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università).

Lo sportello per la presentazione delle domande apre il prossimo 6 ottobre.

Invitalia il 1 dicembre 2015 comunica la sospensione dello sportello per il bando relativo alla concessione di agevolazioni per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti a favore di micro piccole e medie imprese.