Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive Brucaliffo, 24 anni, femmina, mano destra

grafo_brucaliffo

Una donna che non cede alla superficialità, che vuole ottenere il meglio della vita…ma che non riesce a lasciarsi alle spalle dolori e vicissitudini spiacevoli…se le trascina con forti corde, come Sisifo sulla montagna (v. Dante).disegni_brucaliffo

Il senso dell’Io è notevole…Brucaliffo sa di valere, ma vuole che lo sappiano anche tutti gli altri. Il fatto di non avere dall’habitat quanto desidera può far somatizzare (cefalee, apparato gastrointestinale).

Comunque, la forza per arrampicarsi nella vita è notevole, così come la capacità di presentare il meglio di sé all’ambiente, per far sì che lo accetti. Brucaliffo ama il potere del denaro… teme di restare senza, ma sa anche, oculatamente, disporre le proprie possibilità in modo pratico.

Teme anche le malattie (proprie e di chi ama), ma ha in sè la forza per combattere ad oltranza. La battaglia contro le avversità la vede vincente…e quando non riesce, sa gratificarsi con la fantasia, con la visualizzazione, con il sogno.

Un Segno particolarissimo, in questa scrittura, indica che Brucaliffo tende a scambiare l’affettività con la volontà. In pratica, questo a cosa porta? Fa sì che la personalità sia molto fragile davanti ai ricatti morali, ai giudizi di coloro che ama. La sconfitta affettiva, per questo soggetto, incombe in tutti gli altri campi del vivere. Vero è che sussiste la capacità di ripresa, ma più che le cose materiali hanno effetto su questa personalità gli impatti idealistico/affettivi.

Questo soggetto non rivela al mondo quello che pensa; anche a livello verbale, a parte sporadiche eruzioni, è contenuto…trattiene, a volte nasconde, ma sempre con spirito altruistico, per non fare del male, per non far soffrire chi sta attorno. Un’ottima cosa sarebbe l’andare a vivere da soli…ma non sempre questo è possibile.

La figura femminile è non sempre sopportata appieno, forse alcune delle tendenze vengono proprio da querimonie costanti…ma anche questo è ben superabile con l’imparare ad essere autonomi mentalmente, se è impossibile esserlo a livello di distanze e di luoghi. I disegni inconsci confermano il desiderio di libertà “vera”: abbiamo nomi circondati da paraffe, fiori solitari, scatole, stelle puntute…e tutto questo insieme, nella sua variabilità, indica a conferma una personalità eclettica, che ha bisogno di spazi ampli e personali per primeggiare e per riuscire nella conquista della vita.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *