Tempo di lettura: 2 minuti

Sant’Angelo Lodigiano, Lodi. Prima strategico baluardo per il controllo fluviale, poi residenza signorile della Regina della Scala, moglie di Bernabò Visconti,  il maniero Bolognini troneggia ancora oggi dal XIII secolo nel cuore di Sant’Angelo Lodigiano.castello bolognini

Uno splendore architettonico miracolosamente conservato intatto, ospita dal 20 al 22 maggio la prima edizione del festivaL denominato “Buono come il Pane!”

Approfittando del festival dedicato al cibo per eccellenza e alla sua storia, il pane, la visita all’antico castello vale una gita “fuori porta” per ammirare l’imponente maniero e per i suoi musei: ilo museo Morando Bolognini con 24 saloni riccamente arredati secondo lo stile di “Casa-Museo” tra cui una magnifica sala d’armi. Il museo della storia dell’agricoltura che parte dal neolitico sino all’età odierna e in fine il rinnovato museo dedicato al pane, con il suo festival che prende il via quest’anno nella sua prima edizione.

Durante le tre giornate la mostra mercato delle Strade dei Sapori e dei produttsala d'armiori di qualità provenienti da varie regioni italiane nel cortile maggiore, dove sono collocati eleganti gazebo e nel suggestivo Salone Regina della Scala.

Nell’elegante Salone delle Feste Veneziane si svolgeranno le presentazioni editoriali con incontri con l’autore: I Manoscritti Perduti degli Illuminati di G. L. Barone, Ed. Newton Compton. La scelta di Sigmund di Carlo Martigli, Ed. Arnoldo Mondadori – La civiltà del pane, autori Vari, a cura di Gabriele Archetti, Cisam, solo per citarne alcuni.

Durante le giornate del festival non mancheranno li dimostrazioni di panificazione, tenuti dell’IPAA “E. Merli” di Lodi e dall’Associazione Provinciale dei Panificatori del Lodigiano. NaturalmenteIMG_2726 uno spazio dedicato ai laboratori di panificazione per bambini proposti dall’IPAA.

Ecco il programma dei concerti ed eventi sul palco coperto nel cortile maggiore del castello:

venerdì 20 maggio alla sera spettacolo di Radio Number One: show live con Alessandro di Zelig On The Road e il Cuoco Vito di Zelig Off, con Claudio Chiari DJ e speaker di Radio Number One

Sabato 21 maggio alle sera musica jazz: The Greatest Hits…In Jazz, Live Black and White Quintet

Domenica 22 alla sera musica cover 60-80: Two Of Us, Laura Maffetti e Gaspar Garcigarzone del panea Bandera

Come da vocazione castellana non potevano mancare spettacoli di danza: con Primavera danzando a cura di ASD Linea Danza e Pilates. Il sogno di Chiara Dance a cura di Chiara Dance. Esibizione a cura di S.S.D. Athena. Luna Park Dancing a cura di ASD Olimpia

Per tutta le giornate le visite guidate ai tre Musei del Castello: Museo del Pane, Museo Lombardo di Storia dell’Agricoltura e Museo Morando Bolognini e alla mostra fotografica dagli  archivi e biblioteche di Antonio Mazza.

Durante l’intera durata del festival sarà attiva la sala degustazioni dei prodotti di qualità presso il grande Salone dei Cavalieri, a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine. Happy hours con possibilità di sorseggiare aperitivi e degustare sfiziosi bocconcini presso le Sale di accoglienza.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *