Tempo di lettura: 3 minuti

Nella 4ª giornata della 2ª fase di serie C femminile girone Verde continua il dominio della coppia Melzo-Più Rezzato. Le milanesi (I. Ceresoli 16) vincono in rimonta sul non facile campo della Cremonese (Bona 20), mentre le bresciane (Frusca 14) fanno altrettanto e si impongono in trasferta sul campo del Vismara Milano (Behring 14). A chiudere il podio troviamo le brianzole del Robbiano (Buscema 26) che si impongono in trasferta sul campo della Polisportiva Cappuccinese Romano Lombardo (Lecchi 27) e precedono le bergamasche della Casigasa Parre (Dodesini 15) che vincono senza problemi contro una rimaneggiata Idea Sport Milano (Cipelli 16).

Alle spalle della formazione orobica troviamo la coppia composta da Lecco ed Avis Sondrio; le lacustri (Capaldo ed Oddo 19) faticano più del dovuto per avere la meglio in trasferta sul campo dell’ABA Legnano (Frontini 11), mentre le valtellinesi che devono recuperare un match vincono facilmente sul campo del Don Colleoni Trescore Balneario grazie ai 17 punti di Cristina Scala; mentre per le termali non sono bastati gli 11 punti di Giada Cantù.

A distanza troviamo l’Eureka Monza (Mariani 29 e top score di giornata) che vince nettamente sul campo della ABC Virtus Mantova (Pastore 17) reduce da 3 vittorie consecutive nei primi 3 turni e precede la Cremonese sconfitta di misura in casa dalla capolista Melzo. Alle spalle della formazione cremonese troviamo la coppia composta da Club Borgo San Giovanni e Vismara Milano, anch’essa con una gara in meno che cede in casa al cospetto della capolista Più Rezzato; mentre le lodigiane (Savoia 17) vincono a fatica contro il fanalino di coda Biassono (Zaffaroni 12).

Alle spalle della coppia lodigiana-milanese troviamo la coppia composta da Polisportiva Cappuccinese Romano Lombardo che deve recuperare 2 gare e che cede al cospetto della 3ª forza del girone ovviero Robbiano, mentre le virgiliane cedono nettamente in casa contro l’Eureka Monza. Appena sotto troviamo l’Idea Sport Milano sconfitta in maniera piuttosto netta sul campo della Casigasa Parre e che a sua volta precede l’ABA Legnano sconfitta a domicilio da Lecco, mentre alle sue spalle troviamo il Don Colleoni Trescore Balneario sconfitto in casa dall’Avis Sondrio e che a sua volta precede il fanalino di coda Biassono fermo a quota zero e che sfiora il successo sul campo lodigiano del Club Borgo San Giovanni.


Gerre de’ Caprioli (CR) – Impresa sfiorata da una positiva Cremonese che dopo aver condotto per 3 quarti di gara cede al ritorno della capolista Melzo che si impone al PalaBosco con il punteggio finale di 53 a 57.

La gara vede un inizio punto a punto, poi nel finale Bona e Secchiati spingono la Cremonese a +5 chiudendo i primi 10′ sul punteggio di 19 a 14. Nel 2° quarto la formazione di coach Ghilardotti priva di Spotti e che schierava lo starting five composto da Bona, Secchiati, Ghilardi, Bertoletti e Ginestri subisce il ritorno delle ospiti in formazione tipo e con coach Pacchetti risponde con Acquati, Lattuada, Carrara, S. Ceresoli e Motta trascinata dalle triple di Acquati e Bonetti e 2 tiri liberi di Carrara manda le squadre al riposo sul punteggio di 28 a 26.

Al rientro dagli spogliatoi le 2 formazioni giocano alla pari, con la Cremonese sempre avanti di qualche punto e Melzo a rispondere colpo su colpo e la 3ª frazione si chiude sul risultato di 40 a 37. Negli ultimi 10′ la Cremonese comincia ad accusare la stanchezza; dall’altra parte le milanesi con le triple di Acquati e Bonetti e la precisione dalla lunetta di Irene Ceresoli fanno pendere il risultato dalla parte ospite operando il sorpasso decisivo nel finale.

CREMONESE-MELZO 53-57
PARZIALI: 19-14, 28-26, 40-37
CREMONESE: Bona 20, Secchiati 10, Ghilardi 8, Bertoletti 6, Volta 5, Ginestri 4, Fornaciari, Amici n.e., Dondè n.e., Favalli n.e. All.: Ghilardotti.
Nessuna uscita per 5 falli.
MELZO: I.Ceresoli 16, Bonetti 13, Acquati 8, Lattuada 6, Rossi 6, Carrara 4, S.Ceresoli 2, Gastoldi 2, Motta, Mudali n.e., Mutti n.e. All.: Pacchetti.
Nessuna uscita per 5 falli, tecnici a Rossi e Gastoldi.
ARBITRI: Marchini di Cumignano sul Naviglio.