Tempo di lettura: 9 minuti

Nella giornata inaugurale del campionato di serie C Gold girone Blu turno agrodolce per le formazioni cremonesi che chiudono il weekend con 2 vittorie ed altrettante sconfitte e con qualche sorpresa proveniente dagli altri campi.

I sorrisi sono giunti dalla Mazzoleni Pizzighettone (Foresti 15 ed altri 3 in doppia cifra) si sbarazza in maniera netta della neo-ripescata Bellini Gorle (Montagnosi e Buffo 11) e la Sanse Tedeschi Cremona (Olivieri 20) che solo nel finale supera un’altra neopromossa ovvero la Begni Impianti Ospitaletto (Chiarello 18) che tenta il colpaccio arriva sino a -5, ma senza riuscirvi.

Le notizie negative giungono invece da Piadena dove i padroni di casa della Mg.K.Vis (Filahi 23) cede contro nel match clou di giornata contro la Syneto Iseo (Cuelho 19) costretta a rinunciare a capitan Baroni per quasi tutto l’ultimo quarto.

Ma le sorprese non sono finite e nei posticipi domenicali si segnalano le vittorie esterne de La Fonte New Best Mazzano trascinati dal cecchino Giovara autore di 24 punti con 5 su 5 dall’arco che grazie ad un tiro libero su 2 sbanca il PalaStadio di Soresina superando i locali della Puli-Sistem Gilbertina Soresina ai quali non sono bastati i 22 punti di Roljic.

Infine nel derby bresciano la Migal Gardonese cede in casa contro l’Olimpia Lumezzane trascinata dai 23 punti dell’americano Hachtplay, mentre per i triumplini non sono bastati i 20 punti dell’ex Corona Platina Piadena Corno.


Soresina (CR) – Inizia nel migliore dei modi la stagione della Mazzoleni Pizzighettone che davanti al pubblico amico del PalaStadio si afferma nettamente contro la ripescata Bellini Virtus Gorle imponendosi con il risultato finale di 67 a 44, al termine di un match a senso unico e condotto dal primo all’ultimo minuto.

Per questa gara d’esordio coach Giubertoni deve rinunciare agli infortunati Gorreri e Ndiaye schiera lo starting five composto da Belloni, Bassani, Foresti, Pairone e Manini; mentre dall’altra parte coach Minali risponde con Montagnosi, Botti, Bacis, Buffo, Milovanovic e Milesi.

La gara tra rivieraschi ed orobici rimane in equilibrio per 2 possessi pieni sull’8 a 2, poi i grifoni alzano il ritmo e per i malcapitati è la fine anticipata della gara. Dopo soli 10 minuti il match pare segnato per gli ospiti che si ritrovano sotto di 9 lunghezze sul risultato di 17 a 9. Nella 2ª frazione il copione non cambia e coach Giubertoni ne approfitta per far rifiatare il regista Belloni e comincia a ruotare i propri effettivi. Minuto dopo minuto gli ospiti si sciolgono come neve al sole e la Mazzoleni ha vita facile, così che nei secondi finali si invola sul +20 andando all’intervallo sul risultato di 36 a 16.

Al rientro dagli spogliatoi la Mazzoleni non abbassa la guardia e trascinata da un positivo Foresti top scorer della serata con 15 punti ed una buona prova sui 2 lati del campo mantiene il vantaggio, con gli ospiti in continua difficoltà ed il 3° tempo si chiude sul punteggio di 52 a 33. Negli ultimi 10 minuti succede poco o nulla e coach Giubertoni come già accaduto nei 2 quarti centrali lascia a riposo diversi titolari e mette in campo un inedito quintetto giovane; gli ospiti nel giro di un minuto perdono prima per falli ed un fallo tecnico il lungo Milovanovic e Siciliano. A questo punto a punteggio ampiamente in controllo la Mazzoleni si concede di giocare sul velluto e di mantenere il vantaggio sino ad arrivare nei secondi conclusivi a sfiorare le 25 lunghezze di vantaggio e chiudere sul punteggio finale di 67 a 44 con 4 grifoni in doppia cifra. Nel prossimo turno delicata sfida in riva al lago d’Iseo contro la squadra di casa nel match clou di giornata.

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE-BELLINI GORLE 67-44
PARZIALI: 17-8, 36-16, 52-33
MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Severgnini 10, Belloni 14, Bassani 13, Foresti 15, Biondi, Pagetti, Mainardi, Tolasi 4, Pairone 4, Manini 5, Jelic 2. All.: Giubertoni.
Nessuno uscito per 5 falli.
BELLINI GORLE: Riboli, Montagnosi 11, Botti 2, Buffo 11, Osaghae, Bacis 2, Cannavale 6, Milovanovic 6, Siciliano, Colombo, Milesi 4, Carrara 2. All.: Minali.
Usciti per 5 falli: Milovanovic 34’ e Siciliano 35’, fallo tecnico a Milovanovic 34’.
ARBITRI: Cantarini di Annicco e La Grotta di Monza.


Cremona – Esordio positivo per la Sanse Tedeschi Cremona che davanti al pubblico amico si impone con qualche difficoltà contro la neopromossa Begni Impianti Ospitaletto con il risultato finale di 72 a 65, al termine di un match a tratti dominato.

Per questa gara coach Vencato schiera lo starting five con Davide Marelli che ha stravinto il duello in famiglia con il gemello Sandro, Boccasavia, Olivieri, Mascadri e Speronello; mentre dall’altra parte coach Pogliani risponde con Dalovic, Mora, Sandro Marelli, Tedoldi e Crescini.

Dopo l’iniziale canestro di Mora, la Tedeschi con una tripla di Mascadri allunga sul 7 a 2 e poco dopo nonostante qualche minuto di forzature da ambo le parti, la compagine cremonese si porta sul 12 a 6 al 7′ con un canestro di Olivieri che costringe coach Pogliani al time out. Il copione non cambia al rientro in campo con la Tedeschi che raddoppia i bresciani sul 16 ad 8 con 3 tiri liberi di capitan Speronello, mentre il tempo si chiude sul punteggio di 17 a 10 grazie ad un canestro dell’eterno Chiarello. Nella 2ª frazione un canestro di Mora riavvicina la Begni che si riporta a -2, poi ancora una serie infinita di errori da ambo le parti e al 19′ Dalovic ristabilisce la parità a quota 22. Nel finale Olivieri con 6 punti consecutivi riporta la Tedeschi avanti di 2 possessi pieni e manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 28 a 22.

Al rientro dagli spogliatoi si scatenano Olivieri e Speronello che spingono la Tedeschi in doppia cifra sul 38 a 27 al 25′, poi dopo un time out la Begni si riporta a -5, ma una tripla da distanza siderale di Davide Marelli chiude la 3ª frazione sul risultato di 53 a 45. Gli ultimi 10 minuti vedono un altro tentativo di fuga per la Tedeschi che con l’Mvp Olivieri vola a +16 sul 63 a 47 al 35′, costringendo coach Pogliani al time out riparatore. Alla ripresa del gioco la Tedeschi accusa la stanchezza e subisce il ritorno dei franciacortini che con Chiarello si riportano a 2 possessi pieni sul 66 a 60, costringendo coach Vencato al minuto di sospensione. La gara allora si decide in volata con Dalovic che sigla la tripla del -5, poi la Tedeschi grazie ai tiri liberi di Speronello e Davide Marelli riportano i cremonesi a +9, con il solito Chiarello che accorcia per il definitivo 72 a 65.

SANSE TEDESCHI CREMONA-BEGNI IMPIANTI OSPITALETTO 72-65
PARZIALI: 17-10, 28-22, 53-45
SANSE TEDESCHI CREMONA: Feraboli, D.Marelli 14, Secci n.e., Risari n.e., Tedeschi n.e., Penna n.e., Ariazzi 7, Boccasavia 9, Olivieri 20, Marchetti, Mascadri 10, Speronello 12. All.: Vencato.
Nessuno uscito per 5 falli.
BEGNI IMPIANTI OSPITALETTO: Migliorati, Dalovic 8, Graziano n.e., Zanardi 4, Ghitti 7, Chiarello 18, Mora 8, Gionta n.e., S.Marelli 3, Tedoldi 5, Del Bono n.e., Crescini 12. All.: Pogliani.
Usciti per 5 falli: Tedoldi 31′ (53-46) e Dalovic 40′ (70-63).
ARBITRI: Marconetti di Rozzano (MI) e Saracino di Gessate (MI).


Piadena Drizzona (CR) – Inizia con il piede sbagliato la stagione della Mg.K.Vis Piadena che davanti al pubblico di casa cede nel match clou di giornata contro la Syneto Iseo che si impone sul campo casalasco con il risultato finale di 69 a 74, al termine di un match equilibrato ed a tratti spigoloso.

Per questa gara coach Baiardo schiera lo starting five composto da Zugno, Boffelli, Avanzini, Forte e Filahi; mentre dall’altra parte coach Mazzoli è costretto a rinunciare all’infortunato Boccafurni (in panchina per onor di firma) risponde con Cuelho, Baroni, Caramatti, Azzola e Veronesi.

La gara vede un buon inizio della Mg.K.Vis che a metà quarto si trova avanti di 7 lunghezze sul punteggio di 12 a 5, ma nella seconda parte della frazione subisce il ritorno dei sebini che sfruttano le amnesie dei padroni di casa e nel finale con Azzola e Veronesi operano il sorpasso chiudendo con una sola di vantaggio sul risultato di 16 a 17 con una tripla di Veronesi. Il 2° periodo è la fotocopia del precedente con Filahi che dirige in maniera positiva il traffico sotto i tabelloni, ma poco dopo Caramatti con 2 tiri liberi riporta Iseo a -2, poi altro mini allungo locale sul 36 a 29 con il canestro del giovane Ferrazzi. Nei secondi conclusivi altro mini recupero degli ospiti che si riportano a -3 ma Filahi sul capovolgimento di fronte sigla il 41 a 36 di metà gara.

Al rientro dagli spogliatoi la Mg.K.Vis subisce l’intensità ospite e subisce ancora una volta il ritorno dei sebini e grazie anche a qualche decisione arbitrale avversa consente agli ospiti di operare il sorpasso sul 54 a 55 al 30′. L’ultima frazione si apre con coach Mazzoli che prima subisce un fallo tecnico sanzionato a Cuelho e qualche secondo dopo deve rinunciare all’infortunato capitan Baroni e la gara rimane sempre sui binari dell’assoluto equilibrio. Negli ultimi 5 minuti la Mg.K.Vis finisce anzitempo la benzina ed Iseo ne approffitta per piazzare l’allungo involandosi a +11 sul 62 a 73, costringendo coach Baiardo al time out riparatore. Al rientro dopo la pausa tecnica Boffelli e compagni si riavvicinano riportandosi a -5, ma ormai il destino è segnato ed è costretta a cedere con il punteggio finale di 69 a 74.

MG.K.VIS PIADENA-SYNETO ISEO 69-74
PARZIALI: 16-17, 41-36, 54-55
MG.K.VIS PIADENA: Ferrazzi 1, Zugno 10, Boffelli 12, Malaggi, Zacchigna 4, Errica 4, Cavagnini, Zanetti, Avanzini 2, Forte 13, Filahi 23. All.: Baiardo.
Nessuno uscito per 5 falli, falli tecnici alla panchina 18’ (36-29) e Filahi 39’ (64-73).
SYNETO ISEO: Mensah 10, Cuelho 19, Sgrelli, Baroni 3, Caramatti 11, Giorgini 6, Campa, Azzola 10, Veronesi 5, Gardin 8, R.Staffiere 2, Boccafurni n.e. All.: Mazzoli.
Nessuno uscito per 5 falli, falli tecnici alla panchina 28’ (47-51) e Cuelho 32’ (58-56), infortunio a Baroni 32’ (58-56) non è più rientrato.
ARBITRI: Vincenzi di Curtatone (MN) e Giazzi di Ceresara (MN).


Soresina (CR) – Sconfitta a sorpresa tra le mura amiche per la favorita Puli-Sistem Gilbertina Soresina che dopo aver guidato per 39 minuti il match, cede nei secondi finali contro la giovane compagine bresciana de La Fonte Mazzano, che sbanca il PalaStadio con il punteggio finale di 71 a 73.

Per questa gara coach Castellani schiera lo starting five composto da Pala, Roljic, Baldi, Maghet ed Assui; mentre dall’altra parte coach Lovino risponde con Giovara, Calò, Dal Maso, Veronesi e Ruiu.

La gara vede un inizio equilibrato poi la Puli-Sistem con una tripla di capitan Pala vola sul 13 a 5 al 7’, costringendo coach Lovino al time out. Al rientro in campo 2 triple in rapida successione di Giovara riavvicinano gli ospiti sul 16 ad 11, ma nel finale un canestro di Baldi chiude i primi 10’ sul punteggio di 22 a 13. Nel 2° periodo Giovara dall’arco riporta Mazzano a -4 ma Maghet ripaga con la stessa moneta, non riescendo ad allungare e nel finale l’ex Piadena Dal Maso riporta a contatto gli ospiti e si va all’intervallo sul punteggio di 33 a 31.

Al rientro dagli spogliatoi Baldi e Ruiu si “beccano” e gli arbitri sanzionano entrambi con un fallo antisportivo, poi il n.20 rossonero regala il primo vantaggio ospite ma la gioia è di breve durata perché poco dopo i padroni di casa con un canestro della new entry Innocenti si portano a +11, ma Giovara sul capovolgimento di fronte accorcia per il 59 a 50 del 30’. Negli ultimi 10’ i padroni di casa volano a +11 sul 64 a 53, ma i bresciani non mollano e trascinati da Giovara e Dal Maso recuperano e con un tiro libero su 2 di Veronesi si riportano a -2. Sul capovolgimento di fronte Roljic con una tripla riporta i locali a +5 sul 71 a 66. Sembra fatta, ma i bresciani sono carichi come una molla e dopo un time out con una tripla dell’Mvp Giovara operano il sorpasso sul 71 a 72 con 32” e 3/10 sul cronometro, costringendo coach Castellani al time out. Al rientro in campo Roljic sbaglia la tripla del possibile sorpasso, ma sul capovolgimento di fronte con 3” e 7/10 sul cronometro Veronesi subisce fallo e dalla lunetta il n.9 rossonero fa 1 su 2. Sul rimbalzo locale il tiro da metà campo non arriva al canestro facendo impazzire di gioia gli ospiti increduli e sorpresi.

PULI-SISTEM GILBERTINA SORESINA-LA FONTE NEW BEST MAZZANO 71-73
PARZIALI: 22-13, 33-31, 59-50
PULI-SISTEM GILBERTINA SORESINA: Bandera n.e., Innocenti 4, Pala 12, Roljic 22, G.Cremaschi 9, Russo n.e., Baldi 5, M.Cremaschi 3, Maghet 10, Grassi n.e., Assui 6. All.: Castellani.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Baldi 24′ (41-40).
LA FONTE NEW BEST MAZZANO: Gallanti n.e., Risolo n.e., Giovara 24, Calò 5, Fenaroli n.e., Dal Maso 18, Veronesi 8, Lombardi, Gjorgjevikj n.e., Ballini 7, Nkot Nkot n.e., Ruiu 11. All.: Lovino.
Uscito per 5 falli: Giovara 40′ (71-72), fallo antisportivo a Ruiu 24′ (41-40).
ARBITRI: Bosini di Cremona e Giordano di Carugate (MI).