Nella 7ª giornata di andata del campionato di serie C Gold altra vittoria sudata della capolista Juvi Ferraroni Cremona (Ndiaye 21) che in rimonta piega in trasferta i milanesi della Nilox Agrate Brianza (Spirolazzi 15) e mantiene 2 punti di vantaggio sulla coppia Bonomi Lumezzane e Mazzoleni Pizzighettone.

I valgobbini, che hanno già riposato grazie ai 18 punti di Bona, si impongono nel match clou di giornata sul difficile campo della Migal Gardonese (Cancelli 19) grazie ad un canestro di Caramatti a 12” dal termine, mentre i rivieraschi di coach Sabbia (Casali 22) si impongono dopo un overtime sul campo del fanalino di coda GoodBook Manerbio (De Guzman 21).

Alle spalle della coppia bresciana-cremonese troviamo un’altra coppia cremonese-bresciana quella formata da Sanse Tedeschi ed Argomm Iseo che si sono affrontate nello scontro diretto. La vittoria ha arriso alla compagine di coach Coccoli trascinata dai 21 punti di capitan Faccioli e che si è decisa nei secondi finali con un tiro libero di Speronello, mentre ai lacustri non sono bastati i 29 punti con 7 triple del solito Azzola.

Al seguito di queste 2 squadre troviamo il quartetto composto da Evolut Romano Lombardo che ha osservato il turno di riposo, Mg.K.Vis Piadena, Libertas Cernusco sul Naviglio e Gardonese. I casalaschi (Palac 16) vincono nettamente contro i milanesi del Milano 1958 (Clementoni 11) e tornano a sorridere dopo un mese di assenza, mentre Cernusco sul Naviglio (Riva 13) cede di misura tra le mura amiche contro una positiva Galvi Lissone (Degrada 18), mentre la Migal Gardonese sfiora l’impresa facendosi superare di misura in casa dalla vice capolista Bonomi Lumezzane.

In piena zona playout come detto punti d’oro per la Galvi Lissone che espugna Cernusco sul Naviglio ed affianca a quota 4 punti Milano 1958 e Nilox Agrate Brianza sconfitte rispettivamente da Mg.K.Vis Piadena e Juvi Ferraroni Cremona e precedono il fanalino di coda GoodBook Manerbio ancora fermo a quota zero ma capace di far soffrire la vice capolista Mazzoleni Pizzighettone portandola all’overtime.