Tempo di lettura: 5 minuti

Nel 3° turno di andata torna solitaria al comando la compagine mantovana del San Pio X Mantova (Steccanella 14) che supera senza problemi in casa la Blu Orobica Bergamo (M.Cagliani 27) e stacca di 2 punti la Tecnofondi Ome (Mobio 16) che a sorpresa cade in casa per mano dell’E’Più Casalmaggiore (Gaudenzi 19) e che viene raggiunta in classifica dai bergamaschi dell’Excelsior Bergamo (Adami 15) che faticano più del dovuto a superare in trasferta la pericolante Negrini Quistello (Montresor 21).

Ai piedi del podio troviamo i cremaschi di Crema Assicurazioni Ombriano (Ghislandi 17) che grazie ad una tripla a 8/10 dalla fine di Dedè si impongono nel match clou di giornata contro la Almac Viadana (Margini 18) che gli permette l’aggancio alla formazione mantovana.

Alle spalle della coppia cremasca-mantovana è bagarre con 5 formazioni a quota 18 che sono Opel Bonaventi Manerbio, E’Più Casalmaggiore, Monteclarense, Sas Lic Verolanuova e Robur et Fides Somaglia. I manerbiesi (De Martin 13) vincono a mani basse contro il fanalino di coda Forti e Liberi Monza (Laratta 10), i casalaschi si aggiudicano il match clou di giornata sul campo della vice capolista Tecnofondi Ome priva dell’infortunato Bianchi, la Monteclarense (Tedoldi 36 e top scorer di giornata) passa all’overtime in casa contro una positiva Italcontrol Villasanta (Castiglioni 27), la Sas Lic Verolanuova (Paderno 25) vince in volata contro una discontinua Food & Drink Bottanuco (Marelli 16) ed infine i lodigiani (Andena 27) a sorpresa passano sul non facile campo del Progresa Curtatone a cui non sono bastati i 28 punti di Dubois e che rimane fermo a quota 16.

Appena sotto la formazione virgiliana troviamo la coppia composta da Blu Orobica Bergamo sconfitta sul campo della capolista imbattuta San Pio X Mantova ed Italcontrol Villasanta che sfiora il colpaccio sul campo bresciano della Monteclarense. A ridosso della coppia bergamasca-brianzola troviamo la Food & Drink Bottanuco che anch’essa sfiora il colpaccio sul campo della Lic Verolanuova, mentre la classifica è chiusa dalla coppia Negrini Quistello e Forti e Liberi Monza che cadono in casa rispettivamente contro l’Excelsior Bergamo e l’Opel Bonaventi Manerbio.


Crema (CR) – Quinta vittoria consecutiva nelle ultime 5 giornate per una lanciata Crema Assicurazioni Ombriano che grazie ad una tripla ad 8/10 dalla fine di Matteo Dedè supera in rimonta gli esperti mantovani della Almac Viadana nel big match di giornata con il risultato finale di 62 a 61.

La gara vede un inizio favorevole ai gialloneri viadanesi che sfruttano al meglio gli errori locali, in particolare nei tiri liberi (alla fine sarà 8 su 20 con un rivedibile 40%) per allungare grazie ai canestri di Margini che sigla l’8 a 14 del 10′. Nel 2° quarto coach Bergamaschi inserisce Ghislandi e con l’apporto di Pietro Lecchi consente ai rossoneri di recuperare lo svantaggio che gli permette di andare all’intervallo con un punto di vantaggio sul 30 a 29, ma con lo stesso Lecchi gravato di 3 falli.

Al rientro dagli spogliatoi Ombriano fatica a trovare la via del canestro; al contrario Viadana grazie alle triple (5) di Defant e Cacciavillani chiude il 3° periodo sul punteggio di 41 a 52, mentre tra i padroni di casa è capitan Bonacina con 3 canestri da centro area a tenere in vita i suoi. Gli ultimi 10 minuti non vedono nessun sussulto sino al 35′, poi Ghislandi con 7 punti filati ed un gioco da 3 punti di Airoldi riapre il match; dall’altra parte Viadana segna solo dalla lunetta, il resto lo fa il solito Fall che annulla Defant e si rende protagonista con 3 stoppate e 12 rimbalzi catturati, e poco dopo Airoldi sigla il -1. A 8” dalla fine sul fallo sistematico locale Cacciavillani fa 1 su 2 dalla lunetta; il rimbalzo è catturato da Dedè che con 4 palleggi supera la metà campo ed anziché tentare il canestro in entrata sceglie la soluzione con il tiro da fuori. Il giocatore cremasco con soli 8/10 sul cronometro si arresta dall’arco dei 6 metri e 75 realizzando la tripla del decisivo 62 a 61 facendo esplodere di gioia il PalaCremonesi lasciando increduli i tifosi ospiti. Con questo successo la formazione del presidente Soldati sale al 4° posto proprio a scapito della formazione virgiliana.

CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO-ALMAC VIADANA 62-61
PARZIALI: 8-14, 30-29, 41-52
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Dedè 10, Airoldi 5, Fall 4, Ghislandi 17, Basso Ricci 5, Bonacina 8, Tasso, Turco 3, Ravanelli 2, P.Lecchi 8, Donati. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ALMAC VIADANA: Castoldi 1, Righi 1, Cacciavillani 12, Tosi 4, Neri 5, Margini 18, Defendi, Defant 13, Prati 2, Martelli, El Ibrahimi 5. All.: Tellini.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Lonati di Pavia e Rancati di Castiraga Vidardo (LO).


Gussago (BS) – Colpo grosso dell’E’Più Casalmaggiore che in formazione rimaneggiata si impone in terra bresciana sul campo della Tecnofondi Ome, una delle favorite per la vittoria finale con il punteggio finale di 69 a 72, e riscatta così il ko interno di settimana scorsa nel derby contro Ombriano.

Per questa gara coach Parazzi deve rinunciare a capitan Marchini, Lombardi e Donzelli, mentre dall’altra parte coach Baltieri deve rinunciare al bomber Bianchi, infortunato. La partita vede un inizio equilibrato, con Casalmaggiore che nonostante un rivedibile 1 su 9 da 3 punti chiude sotto di sole 2 lunghezze sul punteggio di 13 ad 11. Nel 2° periodo buon inizio dell’E’Più che grazie alle triple di Gaudenzi e Mangiapane vola sul +14; nel finale mini recupero locale e si va al riposo sul punteggio di 30 a 39.

Al rientro dagli spogliatoi nessun break con l’E’Più che controlla e con Ome che a fine 3° quarto rosicchia solo 2 punti ed il tempo si chiude sul punteggio di 47 a 54. Nell’ultimo quarto la Tecnofondi recupera con una tripla di Pasini che li riporta a -4, ma sul capovolgimento di fronte Orlandelli sempre dall’arco riporta i casalaschi a +7. Sembra fatta ma a questo punto si scatena il giovane Mobio che infila 5 punti consecutivi (tripla e piazzato) che pareggia i conti a 90” dalla fine, costringendo coach Parazzi al time out. La gara si decide nei secondi finali con Casalmaggiore avanti di 4 lunghezze a 30” dalla fine; sul capovolgimento di fronte una tripla di Giovanelli riporta Ome a -1 quando mancano 17” alla fine. Sulla rimessa Mangiapane subisce fallo e dalla lunetta sigla il +3, poi sul capovolgimento di fronte Ome sbaglia la tripla del possibile pareggio e Casalmaggiore può festeggiare una gara dominata per quasi tutto il suo protrarsi e quasi gettata alle ortiche.

TECNOFONDI OME-E’PIU’CASALMAGGIORE 69-72
PARZIALI: 13-11, 30-39, 47-54
TECNOFONDI OME: Valenti 11, Olivieri, Coppi 9, Asamoah 11, Mobio 16, Giovanelli 6, Ballini, Sambrici, Pinic, Perazzi 10, Santi, Pasini 6. All.: Baltieri.
Nessuno uscito per 5 falli.
E’PIU’CASALMAGGIORE: Verzellesi 16, Rossi, Frisullo, Gaudenzi 19, Guerra 4, Orlandelli 3, Mangiapane 13, Giani 2, Raskovic 15. All.: Parazzi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Ferrazzi di Cardano al Campo (VA) e Lleshi di Varese.