Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Come deciso nel recente consiglio della sezione dell’Avis di Pescarolo ed Uniti, domenica 1° ottobre si svolgerà la “Camminata d’autunno“. L’iniziativa è stata decisa all’ultimo momento, complici una buona situazione climatica e una grande voglia di fare quattro passi in compagnia, immersi nei colori di una campagna ormai autunnale.

L’appuntamento è fissato per le ore 8.30 presso l’Oratorio per la colazione e per l’iscrizione, il cui costo è di 5 euro, gratuito per i bambini fino a 14 anni. La partenza è prevista alle ore 9.00, meta: l’Oratorio campestre della Madonna della Senigola.

Così il caratteristico complesso immerso nella campagna, torna a rivivere in occasione di questa iniziativa e successivamente nei giorni 13, 14 e 15 per gli “sgabei d’autunno”, a cura della Pro Loco. Anticipiamo l’evento, anche se non c’è ancora un comunicato ufficiale.

Una camminata completata anche da momenti culturali. Molto spesso andando a visitare una cosa, non ci si rende conto del valore di ciò che si sta guardando e la presenza di una guida è sempre una cosa importante, così anche nella nostra piccola realtà, a volte si pensa di sapere già tutto e invece ascoltando chi ne sa di più, c’è sempre qualcosa da scoprire e imparare.

Così a parlarci della storia della chiesa, sarà il Presidente del Museo del lino Mariotti Stefana che in questi ultimi decenni ne ha seguito le vicende, oltre che a interessarsi della ricerca di elementi che ci fornissero qualche notizia su quello che ancora oggi è per molti un momento di devozione, confermato un tempo dalla presenza di molti ex voto e dall’organo che arricchivano la chiesa, ma purtroppo tutti spariti, in pratica una pagina di storia del territorio.

A poco sono valse le migliaia di firme raccolte negli anni scorsi perché la struttura venisse salvata. Oggi purtroppo, siamo di fronte ad una struttura che, nel disinteresse generale, sta andando verso un costante degrado, soprattutto con una facciata in pessime condizioni, l’ingresso alla chiesa infatti, può avvenire solo dalla casa o dalla sagrestia.

Alle 10.15 circa è prevista la partenza per il rientro in paese, meta il Museo del Lino. Per chi vorrà, la Stefana presenterà la ricca collezione e la mattinata si concluderà poi con l’aperitivo.