Nella 24ª giornata, undicesima del girone di ritorno, sorpasso al vertice della classifica e quasi tutto deciso in ottica playoff, ma andiamo con ordine. Quando mancano 2 giornate al termine della regular season torna al comando il Geas Sesto San Giovanni (Galbiati 30) che si impone nell’atteso derby lombardo contro le vincitrici della Coppa Italia vale a dire le lecchesi della B&P Autoricambi Costa Masnaga (Del Pero e Visconti 14) e supera la Scotti Rosa Empoli (Sesoldi 10) che cede nell’altro match clou di giornata sul campo della Tecmar Crema.

Alle spalle della compagine toscana troviamo la Ceprini Azzurra Orvieto (Brunelli 21) che si impone dopo un overtime sull’ostico campo del San Salvatore Selargius (Arioli 26 punti ed 11 rimbalzi) e precede la coppia lombarda formata come detto dalla Tecmar Crema e da Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano (Maffenini 29 punti e 13 rimbalzi) che si impone facilmente sul fanalino di coda e già retrocessa Mercede Alghero (Azzellini 13).

Al seguito della coppia cremasco-milanese troviamo le lecchesi della B&P Autoricambi Costa Masnaga sconfitta sul campo della capolista Geas Sesto San Giovanni che mantiene 2 punti di vantaggio sulle piemontesi dell’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia (Gross 16 punti e 13 rimbalzi) che a sorpresa cadono in trasferta sul campo del pericolante Cus Cagliari (Bungaitè 18 punti e 13 rimbalzi).

All’8° posto ultimo utile in chiave playoff importante successo esterno per la Fassi Gru Albino (Silva 16) che si aggiudica lo spareggio contro la Surgical Virtus Cagliari (Templari e Sarni 17) che rimane a 4 punti dalla formazione orobica, mentre in chiave salvezza preziosa vittoria esterna del Castel Carugate (Correal 22 punti e 13 rimbalzi) che nell’ultimo quarto espugna di misura il difficile campo dell’Itas Alperia Bolzano (Fall 14) che rimane ferma a quota 10 punti e viene agganciata dal Cus Cagliari che si aggiudica a sorpresa il match casalingo contro l’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia, mentre come detto registriamo l’ennesima sconfitta del fanalino di coda Mercede Alghero che dopo una sola stagione ritorna in serie B.

Per quanto riguarda la Tecmar Crema, unica formazione cremonese la giornata è da ritenersi più che positiva. Alla Cremonesi scendeva in campo la vice capolista Scotti Empoli e le ragazze di coach Visconti hanno disputato una delle più belle gare della stagione dominando dall’inizio alla fine trascinate dalla coppia Veinberga autrice di una doppia doppia da 17 punti ed 11 rimbalzi e capitan Caccialanza fermatasi a quota 15 punti ma con un rivedibile 6 su 20 al tiro; mentre per le toscane ancora prive della lituana Narviciute Sesoldi ha chiuso con 10 punti, unica atleta ad aver chiuso in doppia cifra.