Nella 22ª giornata, nona del girone di ritorno continua la marcia al comando della capolista Geas Sesto San Giovanni (Galbiati 19) che strapazza in trasferta nel derby lombardo le padrone di casa della Fassi Gru Albino (Packovski 11) e mantengono 2 punti di vantaggio sulla Scotti Rosa Empoli (Narviciute 16 punti e 14 rimbalzi) che di misura si impone sul difficile campo della pericolante Itas Alperia Bolzano (Matic 16 punti e 14 rimbalzi).

Alle spalle della compagine toscana troviamo la coppia composta da Ceprini Azzurra Orvieto e Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano. Le umbre (Manzotti 19) cedono a sorpresa sul difficile campo della Surgical Virtus Cagliari (Templari 24), mentre le milanesi di coach Pinotti grazie alla doppia doppia di Maffenini (15 punti e 13 rimbalzi) si impongono nell’altro derby lombardo e supera in casa il pericolante Castel Carugate (Albano 13).

A seguire la coppia umbro-lombarda troviamo la Tecmar Crema che a sua volta precede le lecchesi della B&P Autoricambi Costa Masnaga (Rulli 13) che si impongono nettamente sul campo del pericolante Cus Cagliari (Dettori 18) e mantiene 2 punti di vantaggio sulle piemontesi dell’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia (Salvini 24) che si impongono in trasferta sul campo del fanalino di coda Mercede Alghero (Georgieva 19).

Alle spalle della compagine piemontese troviamo la Fassi Gru Albino che cede nettamente in casa contro la capolista Geas Sesto San Giovanni e precede la coppia sarda composta da San Salvatore Selargius e Surgical Virtus Cagliari.

In piena zona playout nulla da fare per il Castel Carugate sconfitto nel derby milanese sul campo de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano e per l’Itas Alperia Bolzano che cede di misura in casa contro la vice capolista Scotti Rosa Empoli; infine in coda ennesimo ko per la Mercede Alghero ormai ad un passo dalla retrocessione matematica in serie B.

Per quanto riguarda la Tecmar Crema pronta reazione della formazione di coach Visconti che al termine di una gara dai 2 volti piega nel finale in trasferta le sarde del San Salvatore Selargius. Dopo un inizio equilibrato che ha visto le 2 squadre alternarsi al comando le biancoblu cremasche nel 2° periodo cedono di schianto e vanno al riposo sotto di 13 lunghezze sul risultato di 41 a 28.

Al rientro dagli spogliatoi trascinate da Rizzi autrice al termine di 23 punti e Capoferri con 17 le ragazze di coach Vsconti chiudono il 3° quarto a -3 sul 54 a 51. Nel quarto finale è battaglia di nervi con Conti che opera il sorpasso ma sul ribaltamento di fronte Russo manda le 2 squadre all’overtime sul punteggio di 63 pari.

Nell’extra time buon inizio delle isolane che trascinate da Arioli (27 punti) ed una tripla di De Pasquale si portano avanti sul 70 a 66 a 2’ dal termine, poi nei restanti 2’ le biancoblu con Caccialanza e Rizzi ribaltano il punteggio vincendo 70 a 73.