Cremona – Nella 23ª giornata, decima del girone di ritorno, nessuna novità in testa con la capolista Fortitudo Brescia (Pasolini 15) che supera nettamente, tra le mura amiche, il fanalino di coda San Pio X Milano (Carnevale 12), che con questa sconfitta saluta e scende in Promozione. Alle spalle della formazione bresciana troviamo il MantovAgricoltura San Giorgio (Monica 13) che si impone in trasferta sul difficile campo dell’Assisi Milano (Danesi 14), mentre a chiudere il podio virtuale troviamo il Melzo che supera di misura la BF.Crema.

Alle spalle della formazione melzese è piena bagarre per l’ultimo posto in chiave playoff, la lotta è tra Quartiere Sant’Ambrogio Milano, San Gabriele Milano, MecSystem Visconti Brignano Gera d’Adda e Here You Can Siziano. Le prime cedono in trasferta sul campo delle pavesi, mentre le seconde (Hernandez 15) cedono in casa contro la compagine orobica (Moro 18). Dietro la formazione pavese troviamo la Bf.Crema al 3° stop consecutivo e che non ha ancora la matematica permanenza in serie C e vengono raggiunte dalle mantovane della Nutritech Sustinente che si impone in trasferta sul campo della Soluzione Udito Pizzighettone.

Alle spalle della coppia cremasca-mantovana troviamo l’Idea Sport Milano (V.Gariboldi 15) che al termine di un match equilibrato cedono di misura sul campo dell’Unica Milano Stars (Arosio 17) e rimangono entrambe incagliate in zona playout, dove troviamo anche l’Assisi Milano e la Soluzione Udito Pizzighettone che devono ancora recuperare la propria gara, mentre come detto è già matematica la retrocessione in Promozione del fanalino di coda San Pio X Milano sonoramente sconfitto a Brescia dalle padrone di casa della Fortitudo.

Per quanto riguarda le squadre cremonesi, un altro weekend da dimenticare. Per la Bf.Crema grossa occasione sprecata per acciuffare la meritata salvezza ed a Melzo cede di misura al termine di una gara sostanzialmente equilibrata, con le milanesi che al massimo raggiungono un vantaggio di 9 lunghezze. Nell’ultimo quarto Melzo è avanti di una sola lunghezza a 72” dal termine, Crema recupera palla ma Caroleo commette infrazioni di passi. Successivamente Melzo sbaglia e Crema ha in mano la palla della vittoria, ma Rossi viene stoppata da Grassi che recupera palla e subisce fallo dalla stessa Rossi. Dalla lunetta la giocatrice melzese non sbaglia e Melzo vince grazie ai 21 punti della propria Mvp, mentre per le cremasche non sono bastati i 9 punti di Visigalli e gli 8 della rientrante Rossi.

Per quanto riguarda la Soluzione Udito grossa occasione gettata alle ortiche dalla formazione di coach Romagnoli che avanti di 10 lunghezze all’inizio dell’ultimo quarto, subisce il ritorno delle mantovane che piazzano un parziale di 8 a 25 e si impongono di 7 lunghezze, dopo che i primi 10’ hanno visto un sostanziale equilibrio, mentre dopo il 2° periodo le cremonesi erano andate al riposo avanti per 23 a 17. In questa gara da segnalare i 13 punti di Domenghini per la Soluzione Udito, mentre per le ospiti 23 punti di Tardiani e 14 punti di Stilo con 4 su 4 da 3 punti.