Cina danza

Cinesi, danza e socialità

Ningbo-Cina, 21 gennaio 2015 - Questo popolo è fantastico. Alcune delle loro abitudini lasciano letteralmente a bocca aperta (e con una punta d'invidia). Per carità, niente palestre, niente "zumba" o "pilates", niente luci al neon o cuffie per ipod per escludersi dal mondo mentre si fa una corsa. Anzi.

Oltre il pregiudizio

I loro figli, bellissimi, cambiano continuamente scuola, ma sanno fare amicizia molto in fretta come accade spesso a chi “conosce bene la vita”. Non possiedono nulla, o quasi, se non la loro “casa viaggiante”.

Bambine come bombe umane

Un gruppo terrorista ha usato una bambina di 10 anni come bomba umana, subito dopo aver massacrato quasi 2000 persone. “Fermiamo i massacri di Boko Haram” è l’appello dall’associazione Avaaz

Nebbie della memoria

Campo di concentramento di Kampor sull’isola di Arbe. Durante la seconda guerra mondiale, dal 27 luglio del 1942 al 11 settembre del 1943, operò un campo di sterminio italiano fascista in cui penavano circa 15.000 internati.

10 anni e 1000 frustate!

Raif Badawi, blogger saudita ha subìto 50 frustate in pubblica piazza, ma non è finita perché Raif ne dovrà ricevere altre 900. Le prime 50 gli sono state inferte venerdì scorso!
Noodles

Il fuso orario: non si muore di fame (ma ci si...

Ningbo (Cina) - Ecco la prima pillola quotidiana di colore/costume/curiosita' da questo posto incredibile. Cerchero' di non scrivere un diario di viaggio, perché o ti chiami "Kerouac" o finisce che le storie di viaggio piacciono tanto a chi le scrive, ma annoiano a morte chi le legge.
Aido_Lodrino

La scuola si apre all’Aido

Lodrino (Brescia) - Anche quest’anno si è rinnovato l’incontro fra l’Aido (associazione italiana donatori organi , cellule e tessuti) e i ragazzi di Lodrino.

Se l’autismo sbarca su Facebook

Si chiama “Social Innovation Home e Mindbook”. L' ha ideato la cooperativa sociale Tice con il sostegno della fondazione ‘I bambini delle fate’ da sempre attiva nel campo delle disabilità. Il progetto prevede anche la creazione di uno spazio in cui i ragazzi possono incontrarsi.
Condividere la strada della Scuola - Alfianello

Condividere la strada della scuola

Alfianello (Brescia) - Ha preso il via, alla scuola dell’infanzia di Alfianello, il progetto “Condividere la strada della scuola”: un progetto speciale che vede trasformare l’interno della scuola in un vero e proprio percorso permanente.

Sulla neve, ma in sicurezza

L'obiettivo della manifestazione, che rientra all'interno del progetto è quello della prevenzione, unico rimedio per contrastare le disgrazie sulle neve, in particolare quelle causate dalle valanghe, per educare i frequentatori delle terre alte cominciando dai più giovani

Dallo Yemen a Brescia con scimitarre e turbanti

Hassan Seif el Islam, Vicerè del piccolo stato arabo di passaggio a Brescia nel 1953 per visitare due fabbriche d'armi. La cronaca della visita tratta dai giornali locali dell'epoca.

Riscoprire la memoria storica della nostra civiltà

Leno (Brescia) - Riprendono gli scavi archeologici a Villa Badia, là dove nell'VIII secolo veniva fondato e costruito il monastero di San Benedetto voluto dal re Desiderio dei Longobardi. Il 2015 vedrà insieme Università di Verona e Soprintendenza per i beni archeologici della Lombardia.
Cappella Castello di Padernello

Al via il restauro della cappella del Castello di Padernello

Padernello (Brescia) - Una piccola scalinata porta all’ingresso della chiesetta del Castello, costruita nel '400 per volontà dell’ultimo Martinengo del ramo di Padernello, il...

I sette fratelli Cervi, 71 anni dopo

E’ l’alba del 28 dicembre del 1943, al poligono di tiro di Reggio Emilia i sette figli di Alcide Cervi e Quarto Camurri vengono trucidati con efferata violenza fascista
Nativita

La natività nell’arte

Leno (Brescia) - Da Bonanno Pisano a Chagall, passando per il bresciano Vincenzo Foppa. Il desiderio di celebrare e raffigurare la magica notte del Natale ha origini molto lontane e resta un tema perennemente attuale.
Me-mo

Nasce “Me-Mo”, magazine digitale che unisce giornalismo e tecnologia

Me-Mo significa ‘movimento in memoria’, e unisce il giornalismo di qualità e la tecnologia, tecnologia a 360 gradi, tra immagini, video, animazioni e infografiche. Si può scaricare da una app o da una pagina web ed è disponibile in 3 lingue. L’ha realizzato un gruppo di fotoreporter, tra cui l’italiano Fabio Bucciarelli.
video

Il video: gli occhi dei bambini

Cambiare il modo in cui la società guarda le persone con disabilità. Nel video “The eyes of a child” pubblicato dall'associazione francese Noemi agli inizi di dicembre 2014, vengono messi alla prova genitori e figli in un gioco educativo.
video

Gli invisibili del giornalismo

E' stato presentato a Roma #ZeroPotere, il video di Marina Piccone sui giornalisti che coprono ormai gran parte delle inchieste e dei reportage di guerra, ma che spesso hanno compensi ridicoli e nessuna tutela. Da vedere. Da pensare.

Grafopsicologia: Sagittaria, introspettiva al massimo grado

La Personalità è estremamente portata a comprendere la realtà in cui vive, anche se non ad amarla.
La folla di Cigole presente all'ingresso di Padre Abramo nella Parrocchia di Cigole

A Cigole, il benvenuto a Padre Abramo

Era da molto tempo che non vedevo una folla così a Cigole. Ieri invece, al mio paesello, ci siamo svegliati da un lungo torpore.

Seguici

2,943FansMi piace
413FollowerSegui
537FollowerSegui
3,520IscrittiIscriviti

Gli ultimi articoli