lunedì 28 Settembre 2020

Canale: Dalla Bassa

La notte di San Giovanni tra sacro e profano

Bassa Bresciana - La nostra vicina Emma, il giorno di San Giovanni, raccoglieva la camomilla che cresceva intorno alla cascina. La mattina del 24 giugno era là chinata, a mettere nel cesto i fusti e i fiori. “Bisogno catalo ades che la ga biit la rosado “ diceva a noi bambini. Sembrava irremovibile: “Bisogna raccoglierla ora che si è bagnata con la rugiada”.

Afferrare la vita: quando si nasceva a casa

Alcune anziane ricordano ancora Dosolina, la levatrice “più brava”a Gottolengo. Era disponibile a tutte le ore. Arrivava alla casa della partoriente con la sua valigetta di cuoio che conteneva siringhe, cotone, disinfettanti, forbici e cloroformio....

Blu pervinca, lungo gli argini

Bassa bresciana - Lungo gli argini e sulle rive dei prati fiorisce,in questo periodo,un fiore semplice che sa di primavere passate e di ricordi: la pervinca. Alla Colombaia, la cascina dove sono nata,cresce ancora sotto le ultime piante di cliegio rimaste.

La scatola dei bottoni

Mia madre aveva una scatola di latta dove riponeva e conservava centinaia di bottoni. Una di quelle scatole rettangolari delle caramelle. Ancora odorava di dolce. Qua e là qualche ammaccatura. Dentro un tesoro di forme e colori.

Gli stampatori della bassa

La famiglia Paganini de Cegulis dalla Bassa a Venezia

Galei, grignos, loertis e grasei…

Sole e pioggia fanno il loro mestiere e ovunque spuntano teneri germogli, loertis, grasei, galei.... Mia madre era una vera esperta di rustici erbaggi, che lei sapeva cernere a colpo d’occhio fra cento altri.

La mia Pasqua in cascina

Gottolengo (Brescia) - Gino, il sagrestano, arrivava in cascina con la sua bici a tre ruote e una specie di carretto davanti. Trasportava i rami d’ulivo. In cambio di libere offerte e di un bicchiere di vino, preparava i ramoscelli a mazzetti e ce li porgeva per la Processione delle Palme.

Al di là del fiume, la ballata dei fuselli

Bassa bresciana. Quella del tombolo è un’arte dalle origini incerte. ,Qualcuno parla di Etruschi, altri di epoche più tarde. Giacomo Cerutti detto il “Pitocchetto” le fissò sulla tela le merlettaie, a capo chino sul tombolo in un quadro che abbellì le sale del castello di Padernello.

Seguici

3,197FansLike
501FollowersFollow
545FollowersFollow
3,550SubscribersSubscribe

Più cliccati

Il carbone di Salò

Il carbone di Salò. Pare che ce ne fosse a Barbarano, storica località, con tanto di castello, affacciato sul lago, nei pressi della nota cittadina propria del rinomato golfo salodiano. Un giacimento del genere rappresentava il riferirsi alla principale risorsa energetica per l’impiantistica a combustione.

Il giorno dei fiumi

Oggi, 27 settembre si celebra la quindicesima edizione del “World rivers Day”, la Giornata mondiale dei fiumi, per sensibilizzare l'opinione pubblica e incoraggiare una migliore gestione dei corsi d’acqua in tutto il mondo. Purtroppo in Italia solo il 40% dei corsi d’acqua è in buono stato ecologico come richiesto dalla Direttiva.

La musica a Scandolara Ripa d’Oglio

Scandolara Ripa d'Oglio (Cremona) - Gennaio 2015 - Gennaio 2020, cinque anni di Union Band, un anniversario da ricordare con un concerto che i responsabili hanno voluto dedicare alle vittime del covid e con una mostra fotografica che raccoglie i momenti più significativi di questi 5 anni.