martedì 22 Settembre 2020

Canale: Dalla Bassa

La notte di San Giovanni tra sacro e profano

Bassa Bresciana - La nostra vicina Emma, il giorno di San Giovanni, raccoglieva la camomilla che cresceva intorno alla cascina. La mattina del 24 giugno era là chinata, a mettere nel cesto i fusti e i fiori. “Bisogno catalo ades che la ga biit la rosado “ diceva a noi bambini. Sembrava irremovibile: “Bisogna raccoglierla ora che si è bagnata con la rugiada”.

Afferrare la vita: quando si nasceva a casa

Alcune anziane ricordano ancora Dosolina, la levatrice “più brava”a Gottolengo. Era disponibile a tutte le ore. Arrivava alla casa della partoriente con la sua valigetta di cuoio che conteneva siringhe, cotone, disinfettanti, forbici e cloroformio....

Blu pervinca, lungo gli argini

Bassa bresciana - Lungo gli argini e sulle rive dei prati fiorisce,in questo periodo,un fiore semplice che sa di primavere passate e di ricordi: la pervinca. Alla Colombaia, la cascina dove sono nata,cresce ancora sotto le ultime piante di cliegio rimaste.

La scatola dei bottoni

Mia madre aveva una scatola di latta dove riponeva e conservava centinaia di bottoni. Una di quelle scatole rettangolari delle caramelle. Ancora odorava di dolce. Qua e là qualche ammaccatura. Dentro un tesoro di forme e colori.

Gli stampatori della bassa

La famiglia Paganini de Cegulis dalla Bassa a Venezia

Galei, grignos, loertis e grasei…

Sole e pioggia fanno il loro mestiere e ovunque spuntano teneri germogli, loertis, grasei, galei.... Mia madre era una vera esperta di rustici erbaggi, che lei sapeva cernere a colpo d’occhio fra cento altri.

La mia Pasqua in cascina

Gottolengo (Brescia) - Gino, il sagrestano, arrivava in cascina con la sua bici a tre ruote e una specie di carretto davanti. Trasportava i rami d’ulivo. In cambio di libere offerte e di un bicchiere di vino, preparava i ramoscelli a mazzetti e ce li porgeva per la Processione delle Palme.

Al di là del fiume, la ballata dei fuselli

Bassa bresciana. Quella del tombolo è un’arte dalle origini incerte. ,Qualcuno parla di Etruschi, altri di epoche più tarde. Giacomo Cerutti detto il “Pitocchetto” le fissò sulla tela le merlettaie, a capo chino sul tombolo in un quadro che abbellì le sale del castello di Padernello.

Seguici

3,193FansLike
501FollowersFollow
545FollowersFollow
3,550SubscribersSubscribe

Più cliccati

Fattorie aperte, fra natura e Apiflor

Pescarolo, Cremona - La natura sarà l’ingrediente base della giornata che l’Apiflor di Pescarolo in piazza Garibaldi, offrirà a grandi e piccoli in occasione della giornata “FATTORIE APERTE” in programma domenica 27 Settembre e che mette al primo posto la parola”insieme”.

Un’edizione speciale di Cremona Musica

Cremona. L'edizione di quest'anno di Cremona Musica sarà diversa dalle altre. Per quest'anno, il 26 e il 27 settembre, Cremona Musica Special Edition rimpiazzerà il classico appuntamento cremonese. Cremona Musica esce dai padiglioni di CremonaFiere, con un programma di eventi culturali e iniziative digitali rivolte al mondo business.

Raccontiamoci le mafie

Gazoldo Degli Ippoliti, Mantova - Torna dal 27 settembre al 4 ottobre la nuova edizione di “Raccontiamoci le mafie”, la rassegna di autori, libri e arti su mafie, legalità e impegno civile. Ideata dal Comune di Gazoldo degli Ippoliti in collaborazione con Avviso Pubblico, promuove dal 2015 la formazione civile contro le mafie organizzando dibattiti, spettacoli e incontri