giglio

I lavori di Febbraio

Tra inverno e primavera si colloca il mese più corto dell’anno, un periodo freddo ma che può regalare qualche giornata decisamente tiepida, tale da risvegliare l’assonnato giardiniere.

I lavori di Gennaio

Le temperature di gennaio sono ancora troppo fredde per iniziare i lavori all’esterno. Possiamo seminare in terrine sotto vetro la Petunia, la Zinnia, la Lobelia e tante altre piantine. Dopo averle piantate vi consiglio di coprirle con una lastra di vetro.

I lavori di Ottobre

Man mano che le giornate si accorciano, non bisogna perdere un raggio di sole, nemmeno un’ora di bel tempo per preparare il giardino all’inverno: tagliare i fusti secchi delle perenni, arieggiare, vangare e rivoltare la terra rimasta senza piante, raccogliere gli ultimi frutti e restrellare le foglie secche.

I lavori di Settembre

Ormai l’estate è finita e bisogna intervenire dopo il grande caldo: preparare il terreno, dare ossigeno prima delle nuove colture, estirpare le piante sfiorite e poi iniziare a lavorare il suolo, in modo che sia pronto per la messa a dimora delle specie autunnali.

I lavori di Dicembre

All’inizio del mese è ancora possibile piantare le piantine biennali: è necessario che riescano ad approfondire le radici prima del gelo. Tra le più decorative ricordiamo le viole del pensiero, le primule e le margheritine. Si può cominciare a progettare le nuove aiuole.

I lavori di Novembre

Proteggiamo le nostre piante e i nostri fiori dal freddo. A partire da questo mese comincia la stagione fredda anche se l’inverno inizia dal 21 dicembre. E' tempo di pensare alla prossima primavera.

Il tempo delle viole Ricette e profumi

La viola si presta a molteplici impieghi: nel giardino, nei profumi, in erboristeria, nell’arte (cantata dal Petrarca e da Shakespeare ), nella cucina. Le foglie possono essere utilizzate in insalate primaverili ed anche i fiori possono essere utilizzati come decorazioni a insalate.

I lavori di Luglio

Con il mese di luglio possiamo parlare di “estate”, di caldo e quindi è importante controllare le nostre piante sul balcone o sul terrazzo dagli attacchi parassitari, soprattutto dalla cocciniglia e dagli afidi.
giglio

I lavori di Agosto

Agosto è il mese in cui scopriremo se le decisioni e le scelte che abbiamo preso nei mesi precedenti si sono rilevate giuste o sbagliate. Questo mese infatti mette a dura prova i giardini: le temperature elevate e le scarse precipitazioni non lasciano scampo alle piante meno resistenti.

La fucsia

Le sue origini sono sudamericane e più precisamente dal Messico. In Europa arrivò nel 1700 grazie ai marinai delle navi inglesi che ne portarono con sé alcuni esemplari.

Passiflore, anche nei giardini di pianura

Incontro con uno straordinario esperto di passiflora, farmacista nel cremasco ma botanico per passione. Durante l'estate si dedica alla creazione di ibridi , per ottenere piante capaci di sopportare l'inverno della pianura padana.

Il geranio

Il Geranio appartiene alla famiglia delle geraniacee. Ha le sue origini nelle regioni temperate e subtropicali dell’Africa. Tra le tante varietà, i più diffusi sono i gerani a edera, i gerani zonali e i gerani imperiali.

Il glicine: leggerezza, tenacia, passione

Suscita un’immediata passione nel vederlo ondeggiare, carico di soffici grappoli violetto-lilla, colore insolito in natura, audace e delicato insieme. Può raggiungere un'altezza di 15 m e anche superarla.
Prato della madonna e porticciolo

Il prato, tutti i suoi segreti

Tutti i segreti per la corretta manutenzione del nostro tappeto erboso. La prima cosa da fare è quella di controllare la temperatura nell’aria e nel terreno per consentire una buona cura e gestione del nostro prato.
E' anche il tempo delle viole

Il ciclamino

E' una delle piante d'appartamento più diffuse e deve la sua popolarità al fatto di fiorire da fine novembre a marzo. Rallegra i nostri balconi per moltissimi mesi, anche quelli più freddi dell’anno.

Un albero per ogni bimbo nato

La Repubblica riconosce il 21 novembre quale «Giornata nazionale degli alberi»

Un americano… invadente

Lo zucchino selvatico, Sicyos angulatus, invade le sponde dei fiumi

Seguici

2,943FansMi piace
413FollowerSegui
537FollowerSegui
3,440IscrittiIscriviti

Gli ultimi articoli