Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona. Dall’Argentina arriva Guillermo Mordillo, il celebre fumettista, in occasione di CAOS, la XIV edizione della mostra internazionale di illustratori contemporanei, all’interno del Centro Culturale Santa Maria della Pietà, dall’8 dicembre al 3 Febbraio 2019.

La città  accoglie il percorso espositivo, realizzato e curato dall’Associazione Tapirulan, con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Cremona e Comune di Genova e il sostegno di Cassa Padana. La mostra prenderà forma in due sezioni distinte.

La prima sezione è dedicata agli illustratori che hanno partecipato all’annuale concorso di illustrazione interpretando il tema CAOS, una selezione di 48 autori scelti dalla giuria presieduta da Guillermo Mordillo tra un novero di oltre 950 partecipanti da 50 paesi del mondo.

La seconda sezione è invece dedicata proprio al celebre artista argentino: Mordillo è protagonista di un’esposizione di quasi 150 opere, una retrospettiva delle sue illustrazioni più significative, a partire dagli esordi negli anni ’50 fino ai lavori più attuali, dai disegni sullo sport, in particolare golf e il calcio, alle dissacranti tavole sull’amore e la coppia; dalle tavole tratte dai libri ai bozzetti preparatori, senza dimenticare i suoi simpatici animali, con grande rilievo alle famose e indimenticabili giraffe che festeggiano il 50esimo anniversario dalla loro creazione.

Il concorso Internazionale è da anni un momento importante che vede artisti affermati ed emergenti alle prese con il tema proposto da Tapirulan, dando vita ad opere innovative, creative che arricchiscono in modo nuovo il mondo dell’Illustrazione in particolare, dell’arte in generale, generando curiosità nel pubblico e tra gli addetti ai lavori, che accorrono numerosi ogni anno con entusiasmo, interesse e partecipazione.

Il momento inaugurale di CAOS – Mostra Internazionale di Illustratori Contemporanei, sarà il palcoscenico indiscusso per il vincitore dell’edizione 2018, proclamato da una prestigiosa giuria, durante l’inaugurazione saranno presenti molti dei partecipanti per incontrare il pubblico coinvolgendolo in modo sicuramente originale.

A rendere CAOS un’intensa esperienza, un’emozione creativa e artistica, sarà indubbiamente l’esposizione delle storiche opere di Mordillo, che con i suoi personaggi divertenti e poetici, appartenenti a un mondo immaginario singolare, a tratti caotico, romantico, lo hanno reso uno dei disegnatori più apprezzati dell’epoca contemporanea.

Nato in Argentina nel 1932, Guillermo Mordillo, si forma come fumettista e autore di cartoon di animazione, distinguendosi per essere tra i disegnatori maggiormente pubblicati in numerosi paesi del mondo sin dai primi anni ’70. Dopo essersi trasferito a Parigi negli anni ’60, Mordillo vive un momento di grande notorietà grazie alla realizzazione di opere uniche, caratterizzate da colori vivaci e da uno straordinario senso umoristico impersonato dai suoi buffi e pacifici personaggi, che non utilizzano la parola per esprimersi, bensì una divertente gestualità.

Diverse le situazioni in cui li abbiamo visti comparire a volte sportive, romantiche, esilaranti e surreali, catturando inevitabilmente l’attenzione e la fantasia. Mordillo, inoltre, ha sempre dato ampio spazio alla raffigurazione artistica che ha per protagonista la natura e gli animali, in particolar modo le Giraffe, le cui avventure sono state raccolte in diversi volumi di incredibile successo e che spegneranno la 50esima candelina sulla torta proprio in occasione di CAOS.

La XIV Mostra Internazionale di Illustratori contemporanei continua anche presso la sede di Tapirulan, in corso XX Settembre a Cremona, dove avrà luogo la mostra di Victoria Semykina, illustratrice russa vincitrice dell’edizione 2017 del concorso. Un’altra esposizione di sicuro interesse, che raccoglie circa 50 opere tratte dai principali lavori editoriali dell’autrice. Nata a Mosca nel 1980, Victoria Semykina compone le sue immagini con un intricato miscuglio di acquerello, tempera, inchiostro, collage e, talvolta, digitale.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *