Tempo di lettura: 3 minuti

Parma. La Capitale Italiana della Cultura 2020+21 si prepara a celebrare l’inizio del nuovo anno con un programma speciale il 31 dicembre dalle ore 21: una maratona di oltre quattro ore, in streaming e in tv, con spettacoli teatrali e musicali. Nonostante l’emergenza sanitaria abbia costretto a ripensare i progetti per le feste di Natale, Parma vuole far sentire la propria vicinanza agli appassionati di cultura e regalare una serata unica, un momento di svago e di serenità.

Proposte culturali di alto livello per un appuntamento con numerosi artisti, che entrano nelle case del pubblico da luoghi simbolo della città, come il Teatro Regio, l’Auditorium Paganini e il Teatro Due. La serata sarà trasmessa sui canali social ufficiali di Parma 2020+21 e su 12 TV Parma, e avrà la media partnership di @GazzettadiParma.

Il programma della serata:

  1. Cabaret Des Artistes di Fondazione Teatro Due
    La Fondazione Teatro Due offrirà il meglio del Cabaret Des Artistes, riprendendo alcuni degli sketch comici e satirici realizzati dagli attori dell’Ensemble Teatro Due nel 2019. Un pastiche di musica, canzoni, suggestioni letterarie e poetiche, un cocktail teatrale leggero, divertente, spiritoso e surreale.
  2. La Toscanini e Toscanini NEXT
    Dall’Auditorium Paganini si esibirà l’Orchestra giovanile Toscanini NEXT. L’ensemble è un progetto innovativo nato per dare una formazione trasversale e un’opportunità ai giovani musicisti: un’orchestra formata da 51 musicisti under 35 che nasce e si sviluppa in Emilia-Romagna, con un’impronta nazionale, al servizio della comunità. L’interazione e commistione tra generi e stili è la cifra di riconoscimento della sua attività produttiva. Eseguirà per il pubblico in streaming Next for Verdi, con Roger Catino, direttore e arrangiatore – che firma trascrizioni e arrangiamenti – e Matteo Mazzoli, baritono e voce recitante.Sempre la Toscanini NEXT, porta in scena un secondo concerto di 45 minuti: Take for six, con Andrea Coruzzi, fisarmonica e sax soprano; Alessandro Salaroli, sax soprano e contralto; Luca Crusco, sax contralto e tenore; Ethan Bonini, sax tenore; Eoin Setti, sax contralto e baritono; Marco Carnesella, batteria.
    La musica classica sarà un’altra dei protagonisti della serata. Dall’Auditorium Paganini, la Filarmonica Arturo Toscanini, diretta da Giuseppe Grazioli, proporrà, in un concerto di circa un’ora, i brani: Johann Strauss, Il Pipistrello, Ouverture; Jacques Offenbach, Gaîté Parisienne; Benjamin Britten, Soirées Musicales suite su musiche di Rossini, op. 9; Gioachino Rossini, La Cenerentola, Ouverture; Georges Bizet, Carmen Suite.
  3. Nada, Fabio Concato e Marina Rei dal Teatro Regio
    Dal Teatro Regio, tre voci importanti del panorama musicale italiano: Nada, grande interprete della storia musicale dagli anni 70; il cantautore Fabio Concato con un raffinato trio capitanato dal talentuoso pianista Paolo Di Sabatino; la cantautrice e polistrumentista Marina Rei in un assolo. Curato da Giovanni Sparano del Barezzi Festival, l’insolito e unico concerto è organizzato e prodotto dalla Fondazione Teatro Regio di Parma.
    L’ultimo giorno dell’anno sarà all’insegna della cultura, con un appuntamento imperdibile per chiudere un 2020 così difficile e mostrare come Parma Capitale Italiana della Cultura non si sia mai fermata: l’appuntamento è al 2021 col l’auspicio che la cultura possa riprendere a scandire, con rinnovato vigore, la vita della città.

L’iniziativa, nel programma di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, è realizzata dalla Comune di Parma, con il contributo del MiBACT e della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con il Teatro Regio di Parma, Teatro Due Parma e LaToscanini. Main sponsor della serata è Enel, che ne ha permesso la realizzazione.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.