Mi scrive Caravaggio 05, maschio, 49 anni, mano destra

grafo_caravaggio

Nel momento in cui scriveva, Caravaggio era, effettivamente un po’ stanco e demotivato. Ma la forza che questi righi rivelano è maggiore di quanto lo stesso scrivente pensi.

Credo che questo sia il classico caso in cui l’analisi grafologica ribalti tutte le convinzioni introspettive di un soggetto.

La domanda a metà missiva: “Cosa ho concluso, in tutto questo tempo?” la dice lunga sul momento che Caravaggio sta vivendo: quello alla soglia dei 50. Difficile età, per un essere umano. Ma la grafia indica una personalità capace di superare le difficoltà, anche se non di slancio.

In particolare, si notano:

  • grande capacità di riflessione, con buona conoscenza delle conseguenze dei propri atti e della consequenzialità di causa/effetto
  • fortissimo desiderio di indipendenza
  • buona curiosità del vivere (ottima dote, questa, per non invecchiare)
  • buone capacità apprenditive, con notevole capacità di collegamento tra gli elementi di una situazione o di un argomento, presi in considerazione e soppesati
  • fortissima bontà di base, caratterizzata da perdono agli offensori e desiderio di riconciliazione
  • senso dell’humor, seppur venato di cautela
  • rifiuto per compromessi che vadano a ledere l’onorabilità ed il concetto di sé

L’altro lato della medaglia porta:

  • poco autocontrollo
  • reattività collerica esplosiva ed immotivata dal momento contingente
  • valore troppo alto di generosità
  • segni fobici in piccola quantità

In sintesi, ripeto, questo soggetto non ha ancora compreso che, con le doti che possiede, può superare molto bene le difficoltà che la vita, inevitabilmente, porge a tutti noi.

Poi, Caravaggio accenna all’Amore.
Ecco, l’ho scritto con la “A” maiuscola, ma non sempre, questa privilegiata sensazione esiste. Esistono la stima reciproca; la voglia di percorrere un cammino assieme, aiutandosi.

Esiste la capacità di dare e di ricevere conforto, affetto, simpatia.
E se , a volte, si ha anche un pizzico di sensualità, ben venga.
Può succedere di avere, una volta o l’altra, una Grande Passione…ma è fatta di lapilli che si spengono velocemente. Il vero vulcano è più calmo, meno scoppiettante, più lento nell’avanzare. E resiste.

Come trovare una partner adatta? Non esigendo, ma neppure facendosi schiacciare. Andando, con la persona scelta, spalla a spalla nella vita.
Se non è possibile…cercare ancora. Si trova, si trova.
Caravaggio ha tanto da offrire.
Ma è giusto ed auspicabile che, chi riceve, sappia e dimostri di apprezzare.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.