Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia) – Domenica 19 febbraio la Biblioteca Civica invita tutti alla fervide attesa del Carnevale con una serie di eventi ludici, creativi e gustosi.

“Carnevaliamo!” è, infatti, l’apertura straordinaria della biblioteca dedicata ai più piccoli:

  • Ore 14,30 laboratorio creativo a cura della cartoleria-libreria Andreino Bonazza
  • Ore 16 spettacolo interattivo “Coriandolo Carnevalissimo show”
  • Ore 17 zucchero filato e pop corn

Gli appuntamenti proseguiranno, poi, sabato 4 marzo, alle ore 20, presso l’auditorium della Biblioteca Civica con “Giallo Celtico” , l’immancabile Cena con delitto:
gli attori della compagnia teatrale “Lavori in corso” ci porteranno quest’anno all’interno di un insediamento celtico per risolvere l’enigma legato ad una morte misteriosa. I commensali dovranno cercare di risolvere il delitto utilizzando gli indizi che gli attori daranno nel corso della serata.
Prenotazioni obbligatorie in biblioteca entro giovedì 02 marzo 2017.

Menù della serata:

  1. Antipasto
  2. Minestra sporca
  3. Spiedo con polenta e insalata
  4. Dolce della Druidessa
  5. Caffè con correzione
  6. Acqua e vino
    Costo 22 €

Sabato 11 marzo, alle ore 21 presso il Teatro Comunale, “Furiosamente”: spettacolo teatrale di e con Lucilla Giagnoni:
C’è un tempo per nascere e un tempo per morire; c’è un tempo per distruggere e un tempo per costruire. Ci sono tempi di crisi, momenti grigi della storia. E il nostro tempo? Forse è uno dei più straordinari che all’umano siano dati di vivere. Cadute le grandi ideologie di riferimento, stiamo vivendo uno degli eventi più incredibili che siano mai accaduti sulla Terra, uno dei grandi sogni dell’umanità, da sempre: la mondializzazione. Il sogno della Torre di Babele, il sogno di Alessandro Magno e Napoleone, di Marco Polo e Cristoforo Colombo, di Leonardo, Galilei e Newton.

Il sogno di Ulisse: conoscere ed essere in contatto con tutto il mondo, creare una grande rete di connessioni e di conoscenze. Un’occasione epocale, unica da cogliere: essere cittadini del mondo. Di un “dove” in cui le opportunità si moltiplicano ma così anche le difficoltà, che diventano sempre più complesse.Ogni soluzione non è più lineare: è necessario avere strumenti adatti per poter leggere questa complessità. Lo strumento più potente ed efficace già esiste ed è la nostra Mente, che può permetterci di leggere e comprendere il mondo, può metterci in relazione con noi stessi prima di tutto, ma anche con gli Altri e con la Natura. Questo momento straordinario richiede un’Umanità straordinaria, capace di accrescere la propria coscienza, la propria consapevolezza.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *