Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. “Non c’è castello senza leggenda”. Scrive Alessandro Cheula presentando la mostra fotografica di Salvatore AttanasioCastelli, fantasmi, leggende“, che inaugura nel maniero di Padernello sabato 5 giugno, visitabile sino al 4 luglio.

Quindici immagini “vive” assolutamente inedite, in grande formato, in rigoroso bianco e nero, del Castello di Padernello, soggetto di rilevanza culturale riconosciuto da Regione Lombardia. Una mostra d’immagini che, all’interno delle stanze dell’antico maniero, rievocheranno la presenza di Biancamaria, la “dama Bianca”.

La suggestione del bianco e nero retroilluminato ci proietterà nel mondo fiabesco dell’infanzia della fanciulla, assisteremo agli attimi quotidiani della sua effimera esistenza, vivremo le sue gioie, tutto ciò nel buio più assoluto.

“ Il bianco ed il nero. I fantasmi e le leggende. I castelli e le rocche. In questi campi si muove con grande passione Salvatore Attanasio, attraverso la sua macchina fotografica.” Afferma Domenico Pedroni, presidente della Fondazione, nella presentazione della mostra “Certamente oltre alla passione Salvatore Attanasio mette in campo tanta energia. Energia organizzativa, capacità di trovare relazioni e rapporti. Il suo progetto è frutto di tanto lavoro personale, di tanta competenza, di tanta curiosità, di voglia di conoscere ed apprendere.

Abbiamo con piacere accettato di condividere con Salvatore Attanasio alcuni degli spazi del Castello di Padernello, per organizzare una mostra sul tema dei castelli e delle leggende che abitano questi castelli, attraverso fotografie molto particolari, in bianco e nero. Quindici scatti, quindici immagini, per vedere gli spazi del castello con un occhio particolare, artistico e gli scatti popolati dalle figure delle leggende.

Inoltre le fotografie già molto suggestive e particolari saranno inserite in cornici illuminate che ne amplieranno la bellezza. Verrà quindi sostanzialmente proposto attraverso la mostra un duplice viaggio. Il primo viaggio alla scoperta dei castelli, della loro storia e dell’ambiente dove sono inseriti. Il secondo viaggio, rivedere i castelli attraverso lo scatto fotografico di Salvatore Attanasio, un momento immortalato che evoca la magia di questi luoghi, anche attraverso le leggende che li popolano. Eccoci quindi pronti per un viaggio alla ricerca della cultura, una ricerca che va fatta insieme, per ritrovare in questi luoghi di bellezza, tanta socialità e comunità.”