Tempo di lettura: 2 minuti

“La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave; e che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.”

(Giovanni Falcone).

Crema (Cremona) – Il Presidio di Libera Cremasco, con il patrocinio del Comune di Crema – Assessorato alla Cultura e la collaborazione del Comitato per la Promozione dei Principi della Costituzione, il Comitato soci Coop di Crema e la Pro-Loco di Crema, organizza un percorso in vista della Giornata della Memoria, giunta al suo ventitreesimo anno, e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, con una serie di iniziative tra febbraio e marzo a Crema: 100 passi verso il 21 marzo.

Ecco i prossimi eventi in calendario saranno i seguenti:

  • 28 febbraio, presso la Sala Cremonesi del Centro Culturale Sant’Agostino – Crema, ore 20:30. Incontro con Giuseppe Gennari, GIP presso il tribunale di Milano e autore del libro “Le fondamenta della città. Come il Nord Italia ha aperto le porte alla ‘ndrangheta”. L’evento sarà l’occasione per discutere e analizzare la presenza della mafia calabrese in Lombardia ed in particolare nei nostri territori, dal punto di vista di un magistrato in prima linea contro la lotta alla criminalità organizzata. Durante la serata verrà presentata la nuova donazione di libri per lo Scaffale della Legalità della Biblioteca di Crema.
  • 09 marzo, presso l’Arci Ombriano, via Lodi 15 – Crema, ore 19.00. Incontro con gli autori di “Mafie all’ombra del Torrazzo”. Il volume, che approfondisce la presenza della mafia nella nostra provincia, sarà al centro della serata in vista di una nuova edizione aggiornata, anche alla luce dei più recenti fatti di cronaca. A seguire, dalle 20.30 circa, cena antimafia con i prodotti di Libera Terra.
  • 16 marzo, presso il Teatro San Domenico – Crema, ore 21.00. “Mafie, Maschere e Cornuti”, spettacolo teatrale di e con Giulio Cavalli. Ripartendo dallo spettacolo “Nomi, cognomi e infami”, Cavalli racconta la tragica comicità di una mafia che, svelata, non può fare così paura. Una giullarata antimafiosa: perché ridere di mafia è antiracket culturale e le mafie, come tutte le cose terribilmente serie, meritano di essere derise. Durante la mattinata si terrà una rappresentazione riservata alle scuole cremasche. Ingresso: 10 €. Biglietti presto disponibili in prevendita in occasione degli eventi del Presidio Cremasco sul territorio, presso gli uffici della Pro Loco di Crema e presso appositi punti vendita allestiti dal Comitato Soci Coop di Crema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *