Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Anche l’Unità Pastorale di Vescovato, attraverso l’Unità Pastorale Giovanile, è impegnata nel tentativo di ridare un momento di socialità ai bambini, dopo mesi di chiusura in casa a causa del covid-19. Per questo motivo si è tenuta nella serata di venerdì 29 maggio una riunione presso l’oratorio di Pescarolo con alcuni volontari, presieduta da Don Thomas e dal collaboratore Pasquale, nel pieno rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

L’iniziativa è giustamente collegata al rispetto di disposizioni avute dagli organi sanitari ed è partita dopo un breve contatto con i Sindaci dei comuni di Vescovato, Gabbioneta Binanuova e Pescarolo ed Uniti. In accordo con quest’ultimo, il comunicato, rivolto a tutte le famiglie, per un coinvolgimento dei bambini dai 4 ai 14 anni, è stato poi integrato, da parte dell’unità Pastorale, con alcune specificità, rivolte ai bambini che seguono catechismo.

Il questionario doveva essere restituito al comune entro sabato 30 e consentire così una prima valutazione, in relazione al numero di adesioni. Si tratterà in sintesi di vivere in ogni Oratorio, momenti di giochi, laboratori e escursioni, non più secondo le linee del grest tradizionale, e per questo si chiamerà ”SUMMERLIFE 2020”, con attività strutturate e programmate seguendo le disposizioni sanitarie e precisamente quanto pubblicato, proprio in questi giorni dalla Regione Lombardia, per quanto riguarda attività all’aperto organizzate da associazioni e gruppi vari.

In merito, gli educatori seguiranno un breve corso di formazione per una corretta applicazione delle disposizioni. Dal dibattito, nonostante siano emerse perplessità legate alle paure del covid-19, l’auspicio è che le adesioni non manchino e che tutto l’impegno profuso per l’organizzazione non finisca nel nulla. Purtroppo, una volta che finalmente avevamo la possibilità di far rivivere il nostro Oratorio, ci mancava proprio anche il coronavirus.