Cremona. Valentina è uno dei personaggi più famosi e rappresentativi del fumetto italiano. Nato dalla fantasia e dall’arte di Guido Crepax, è apparso per la prima volta sulla rivista Linus. “Cercando Valentina”, già presentato in occasione dei più importanti festival del settore, entra finalmente in programmazione nelle sale italiane.

Non poteva mancare una tappa anche a Cremona al cinema Filo il 19 febbraio alle ore 21, sia per la presenza di una realtà come il Centro Fumetto “Andrea Pazienza, promotore della serata, che per le origini cremonesi del regista, nato a Bonemerse, che introdurrà la proiezione.

Valentina ha accompagnato l’evoluzione dei costumi e dei valori dell’Italia degli anni sessanta e settanta, diventando ben presto un’icona di successo. Il film vuole essere un viaggio alla scoperta del mondo visionario di Guido Crepax e della sua popolare creatura. Ritroveremo la Milano di allora e il mondo in cui Crepax era immerso, grazie alle testimonianze di studiosi, giornalisti, artisti, sceneggiatori e musicisti, incontrati e ripresi dal regista Giancarlo Soldi, autore di altri film analoghi dedicati a figure fondamentali del fumetto come l’autore Tiziano Sclavi e il personaggio di Tex.

1965. Parigi, Londra e Milano, pulsano allo stesso ritmo con una nuova energia creativa e ribelle. Guido Crepax la intercetta e la traspone in un fumetto in cui arte, musica, design, cinema e moda si contaminano, rompendo e innovando la struttura narrativa. Valentina, la fotografa sognatrice, diventa il suo alter ego. Valentina è bella come Louise Brooks, disturbante come un taglio di Fontana, consapevole come una lirica di Bob Dylan, è libera come la musica di Charlie Parker.