Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – “La nostra realtà nasce trent’anni fa in ricordo di Marta, una giovane ragazza morta a soli 16 anni a seguito della leucemia”, ci racconta Francesca Dosi dell’associazione Chiara Tassoni Onlus, attiva nel campo della ricerca sul tumore ai polmoni e leucemie.

Una piccola realtà che raggruppa oggi
un centinaio di soci, ma che svolge un’importante missione. “In collaborazione con l’università di Parma promuoviamo borse di studio per gli studenti che decidono di dedicare la tesi alla tematica oncologica e ogni anno organizziamo, in collaborazione con l’USSL di Parma, i corsi di aggiornamento Hospice dell’Ospedale Piccole Figlie, in programma per dicembre 2013”.

Un corso sulle cure palliative per malati terminali,
rivolto a medici, infermieri e psicologi per aiutare pazienti e parenti a gestire nel migliore dei modi il dolore fisico e quello mentale. “Accompagnare lungo il tragitto della malattia un parente o un amico malato è un’esperienza devastante e difficilissima da sostenere” – puntualizza Francesca.

I corsi, della durata di sei mesi, rientra nell’iter di aggiornamento obbligatorio per il personale medico e paramedico e si svolgono presso l’ospedale di Parma.

L’associazione, inoltre, in collaborazione con AUSL
e con il contributo della Fondazione Cariparma, organizza, da ottobre a dicembre, la IV edizione del corso “Accompagnamento del malato terminale durante la fase delle cure palliative”. L’ evento formativo è rivolto a Medici, Psicologi, Infermieri, Fisioterapisti e Professionisti della relazione d’aiuto, e tutti coloro che ipotizzano di operare in futuro in strutture hospice e strutture erogatrici di cure palliative domiciliari, strutture ospedaliere territoriali di oncologia e di assistenza e cura al paziente oncologico.

Il centro partecipa ogni anno anche alle spese per la ricerca e l’acquisto di macchinari medici oncologici : “a giugno 2013 abbiamo donato 5000 euro per la ricerca in campo oncologico” – specifica Teresa Santoro, segretaria del gruppo –“mentre a settembre parteciperemo con altrettanto impegno nell’acquisto di un macchinario del reparto di pediatrica oncologica”.

Anche Cassa Padana sostiene
la missione con un contributo all’associazione.

Sempre per raccogliere fondi l’Associazione
organizza, due volte l’anno, una gita aperta ai soci e alla cittadinanza in Ville storiche, abbazie e chiese del territorio, mentre nel mese di dicembre si tiene un banchetto con articoli di decupage e oggettistica nelle vie del centro.

In programma per il prossimo Natale, inoltre,
una nuova idea: allestire, nella spaziosa filiale di Cassa Padana, un presepio a cura dell’associazione, un messaggio di solidarietà e amore verso il prossimo.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *