Tempo di lettura: 2 minuti

Nella mattinata di venerdì 8 giugno la Scuola Primaria di Pescarolo ed Uniti ha chiuso il ciclo 2017/2018. Il lavoro svolto dagli alunni è stato sintetizzato in momenti che avevano l’obiettivo di dare agli stessi anche importanti principi a completamento della loro formazione.

Nella realizzazione dei lavori esposti dalle varie classi legati all’Egitto e all’Oriente, i bambini sono stati impegnati con diverse tecniche dei mandala, da colorare poi con diversi colori, come momento di disciplina oltre che come forma estetica classica dell’Oriente, con l’obiettivo di dare un messaggio ai bambini per apprezzare quello che abbiamo al momento e capire l’impermanenza di tutto, precisa in merito il maestro Maffini.

Il mandala è un disegno che si evolve, partendo da un punto centrale, toccando qualcosa che la natura ci presenta come arte e che noi purtroppo a volte sottovalutiamo. La mattinata si è poi conclusa con un danza tipica egiziana.

In precedenza e precisamente nella serata di giovedì 7 la Scuola Primaria è stata ospite del teatro Gonzaga di Ostiano, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale. Con la preparazione a cura di tutti gli insegnanti, gli alunni della classe Vª si sono esibiti in una bellissima rappresentazione della favola “La bella e la bestia”, sullo sfondo tutti gli altri bambini della scuola primaria di Pescarolo.

Ricordiamo che la favola era stata recentemente oggetto della borsa di studio AUSER curata da Caterina Gozzoli, presente in sala con il Presidente dell’Associazione Becchi Ivan e nella quale erano presenti i valori del sacrificio e dell’accettazione della diversità. La serata è stata poi chiusa dal maestro Alberto Regonini con un ringraziamento ai Sindaci di Ostiano e Pescarolo ed Uniti, assente per impegni di famiglia, e la consegna di mazzi di fiori al maestro Maffini a Caterina Gozzoli e al maestro Zanetti Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *