Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona. È una stagione ricca di proposte, al Teatro Ponchielli, per un’offerta sempre più ampia ed eterogenea dei vari linguaggi performativi. Cibo per mente, anima, cuore e corpo: questa è la Nuova Stagione del Teatro Ponchielli dove le varie proposte di OPERADANZAMUSICATEATRO dialogano tra loro. Ma non solo c’è spazio anche per parlare di temi di attualità che coinvolgono la nostra quotidianità.

Il Teatro diventa così alimento prezioso come lo è il cibo per la vita… Il teatro con le sue tante proposte è linfa per la nostra mente, per la nostra anima, per il nostro cuore e per il nostro corpo.

A teatro per confrontarci con tre prestigiose personalità del mondo della cultura: lo storico Alessandro Barbero, il climatologo Luca Mercalli e il designer Riccardo Falcinelli. La sala maggiore del teatro come l’aula di una scuola: per ascoltare, imparare, comprendere, dibattere, riflettere su temi del nostro tempo.

Quindi oltre al cartellone di OPERADANZAMUSICATEATRO, a febbraio tre incontri:

lunedì 7 febbraio Alessandro Barbero presenta “Dante e la guerra”. Alessandro Barbero, storico e scrittore, è professore ordinario di Storia medievale presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale e Vercelli. Ha recentemente pubblicato un libro: “Dante”. Un uomo del Medioevo, immerso nel suo tempo. Questo il Dante che ci racconta un grande storico in pagine di vivida bellezza. Dante è l’uomo su cui, per la fama che lo accompagnava già in vita, sappiamo forse più cose che su qualunque altro uomo di quell’epoca, e che ci ha lasciato la sua testimonianza personale su cosa significava, allora, essere un giovane uomo innamorato o cosa si provava quando si saliva a cavallo per andare in battaglia.

Venerdì 11 febbraio Luca Mercalli dal 2016 ha portato in teatro i temi della sostenibilità ambientale con Non ci sono più le mezze stagioni, spettacolo condotto con la Banda Osiris. Ha cominciato ad interessarsi di atmosfera da giovanissimo. Dopo essersi iscritto a Scienze agrarie all’Università degli Studi di Torino, ha proseguito gli studi all’Università di Grenoble con formazione in climatologia e glaciologia conseguendo un master in Geografia e scienze della montagna. La storia del clima delle Alpi è il suo principale argomento di ricerca, ma si occupa anche di temi ambientali ed energetici. Nel 1993 ha fondato la rivista Nimbus, della quale conserva la direzione. È autore di articoli scientifici su riviste internazionali e su riviste specializzate ed è autore di numerosi articoli.

Venerdì 11 marzo Riccardo Falcinelli è uno dei più apprezzati visual designer sulla scena della grafica italiana, che ha contribuito a innovare libri e collane per diversi editori. Da oltre vent’anni cura la grafica per alcune tra le maggiori case editrici italiane. Ha studiato “Graphic design” al Central Saint Martins College of Art e Design di Londra e si è laureato in Letteratura italiana alla Sapienza di Roma. Ha insegnato “Basic e visual design” alla Facoltà di disegno industriale de La Sapienza e dal 2012 insegna Psicologia della percezione presso la Facoltà di Design ISIA di Roma. È autore di numerosi saggi sul rapporto tra design e percezione visiva