Torna il CICAP Fest: la festa della scienza e della curiosità, ma sarà online in un’edizione, la terza, un po’ particolare, che ha dovuto fare i conti con il cambiamento, l’imprevisto e l’improbabile e rivedere i propri temi e le proprie modalità: sarà infatti disponibile in streaming sul sito Cicapfest.it e i social media dell’evento. Pur essendo online only, il CICAP Fest ha voluto privilegiare la qualità della fruizione, strutturando un vero e proprio palinsesto televisivo con appuntamenti rivolti a un pubblico ampio di adulti, giovani e famiglie.La terza edizione del CICAP Fest si svolgerà quindi interamente online in un arco di 3 settimane e 4 weekend a partire da venerdì 25 settembre fino a domenica 18 ottobre: sul sito del CICAP Fest (www.cicapfest.it) e sui canali social (Facebook, YouTube e Instagram) sarà possibile seguire un ricchissimo programma di eventi, molti dei quali in live streaming e alcuni con la partecipazione diretta del pubblico.

«Quest’anno» spiega Massimo Polidoro, direttore del festival, «il CICAP Fest si intitola “La sfida è adesso. Ri-partire con la scienza affrontando il cambiamento, l’imprevisto e l’improbabile” e nasce da una nostra riflessione sugli effetti che avrà sul futuro di tutti la pandemia che stiamo ancora vivendo. Perché ripartire dopo la pandemia significa usare le conoscenze del passato per vivere il presente nel modo più sereno possibile, ma anche immaginare un futuro che faccia di questa grande battuta di arresto un’opportunità per riflettere e crescere».

È proprio sulla ripartenza che il programma dell’edizione di quest’anno sarà articolato. «Si parlerà di come Ri-partire sul piano individuale e su quello collettivo, delle istituzioni e della società intera», spiega Daniela Ovadia, coordinatrice scientifica del CICAP Fest, «dal particolare al globale, perché anche questa pandemia ci ha confermato quanto siamo interdipendenti, sia come persone che da un punto di vista sociale, sanitario ed economico».

Oltre al tema classico caro al CICAP, ovvero l’analisi e la verifica di pseudoscienze e fake news, in un’ottica di dialogo con la società e di comprensione della complessità del fenomeno, il Festival ospiterà molti incontri con autori, scienziati, intellettuali, tra gli ospiti di quest’anno Piero Angela, Naomi Oreskes, Jim Al-Khalili, Alessandro Barbero, Stephan Lewandowsky, Paolo Nespoli, Antonella Viola, David Quammen, Charles Spence, Carlo Cottarelli, Silvio Garattini, Marco Malvaldi, Pif, Serena Giacomin, Guido Barbujani, Gabriella Bottini, Bruno Bozzetto, Telmo Pievani e tantissimi altri.

Nell’ambito della ricostruzione: che cosa questa epidemia ci ha insegnato sulla scienza e sulla società, quali problemi ha messo in luce e come possiamo porvi rimedio (per esempio in tema di sostenibilità ambientale, diseguaglianze e gender gap). Come ogni anno, ci sarà spazio per stimolare la curiosità scientifica: divulgazione fatta con divertimento, perché la scienza è divertente.

Dal lunedì alla domenica ci saranno conferenze, workshop, laboratori per ragazzi, spettacoli, cineforum, quiz, presentazioni, dialoghi, incontri con le scuole, podcast, rassegne stampa, passeggiate virtuali per Padova e tantissimo altro. E per chiudere ogni settimana di Festival, la domenica, appuntamento fisso con le riflessioni del grande giornalista e divulgatore, oltre che presidente onorario del CICAP, Piero Angela. Tra le tante iniziative di quest’anno, il CICAP Fest EXTRA presenterà anche eventi in partnership con Bergamo Scienza, Chiavi di volta,Food&Science Festival, Galassica-Festiva.