Tempo di lettura: 3 minuti

Parco Oglio Nord. La “Ciclopedalata tra i castelli”, conosciuta come “LA 111“, è una suggestiva manifestazione ciclistica non competitiva in programma domenica 19 giugno, aperta a tutti che si snoda tra la pianura delle provincie di Bergamo, Brescia e Cremona, attraversa 10 castelli, incorrendo in brevi saliscendi, tratti di pavè, ciclabili e spettacolari paesaggi del Parco Oglio Nord.

Una  manifestazione non agonistica che porta alla scoperta del fascino delle fortezze presenti nel Parco Oglio Nord e altri edifici medioevali, animati da figuranti in costume d’epoca. Tre itinerari per soddisfare tutti i gusti: dal corto di 22 chilometri ideale per le famiglie, al medio di 76 km, fino al tracciato completo di 111 chilometri. Un evento che vede la partnership di KASK e KOO Eyewear, legate al territorio, e che attraverso la Fondazione Giovanni Celeghin sostiene la lotta ai tumori cerebrali.

Giunta alla quarta edizione, è aperta a chiunque voglia ritagliarsi una giornata “di dolce scoperta” nei posti più silenziosi del Parco Oglio Nord, a cavallo tra le tre province, un’idea messa a punto nel 2018 dall’ex ciclista professionista Valerio Tebaldi che ha voluto offrire un’occasione per pedalare, indipendentemente dalla preparazione di ognuno, in mezzo alla natura e lontano dalle arterie più trafficate. Tebaldi ha difatti disegnato tre percorsi perché ciascuno possa ritagliarsi la “propria” pedalata.

Il giro completo, detto “il Lungo”, copre i 111 chilometri che danno il nome alla manifestazione: si svolge per lo più su ciclabili e strade secondarie tra campi coltivati, con brevi e facili passaggi su strada bianca. Si transita per dieci castelli e altri punti di interesse, che proiettano il ciclista in una suggestiva atmosfera di altre epoche: grazie alla collaborazione di associazioni di promozione storico-culturale presenti sul territorio, ogni castello sarà realmente presidiato da guardie, sentinelle e dazieri in costume d’epoca.

Figuranti in fedeli abiti storici, accoglieranno i moderni viandanti in bicicletta e ne testimonieranno il passaggio con un timbro sulla tessera di viaggio, a ricordo di questa particolare pedalata: ottenuto il timbro, come se fosse il permesso per attraversare il feudo, si prosegue alla “conquista” del castello successivo.
Stesso contesto anche per il percorso “Medio” che in 76 chilometri tocca cinque castelli e tre punti di interesse. Chi invece preferisse una pedalata più facile, può optare per il tracciato “Corto” di 22 chilometri con un castello medioevale raggiunto (quello di Urago d’Oglio) e un punto di interesse (la Cappella di Sant’Obizio).

Luogo di partenza ed arrivo della manifestazione è la multiarea Palasettembre in via Martiri della libertà 2/A, centro fiera di Chiuduno (BG), dove al termine della Ciclopedalata si terrà il pasta party e la lotteria a sorteggio; i partecipanti ed accompagnatori potranno inoltre usufruire dei servizi dell’adiacente Centro Sportivo. Tutti i percorsi sono adatti e aperti ad ogni tipo di bici, compresi quellia pedalata assistita.

Sul sito della manifestazione, www.la111.it  è possibile scaricare liberamente le tracce in formato gpx per caricarle sul proprio device satellitare. Precauzione utile, ma non indispensabile, dal momento che tutti gli itinerari della “La 111 – Ciclopedalata tra i Castelli” saranno segnalati con più di trecento cartelli, così da non sbagliare strada anche in assenza di navigatore.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.