Tempo di lettura: 2 minuti

Covo, Bergamo. I fontanili o risorgive sono una caratteristica naturale della Bassa pianura che, per le sue caratteristiche geologiche, è una delle regioni italiane più ricche d’acqua. Dai fontanili sgorgano acque che scendono dai ghiacciai, fiumi e torrenti e unendosi a quella piovana, l’acqua viene in parte assorbita dal terreno permeabile e in parte si deposita incontrando l’impermeabile terra argillosa. L’acqua di falda freatica, che procede da nord-ovest a sud-est, degradando con la pianura, emerge spontaneamente o sollecitata da interventi dell’uomo nella cosiddetta “fascia dei fontanili”.

È nella fascia dei fontanili che si svolge  la Cicloturistica dei fontanili in programma domenica 26 giugno e promossa e coordinata dal Comune di Covo, Pianura da Scoprire e ProLoco Covo, in collaborazione con i Comuni di Antegnate, Fara Olivana e Fontanella, le varie associazioni di volontariato del territorio.  Nasce nel 2021 la “Cicloturistica dei Fontanili” che si svolgerà nella sua seconda edizione domenica 26 giugno attraversando i fontanili e la campagna della Bassa Bergamasca.

L’evento deriva dalla voglia di offrire al territorio un’iniziativa condivisa, che permetta alla gente di stare nuovamente insieme e di passare qualche ora in mezzo alla natura e in territori spesso inesplorati, conoscendo le bellezze naturalistiche e paesaggistiche del luogo.

L’itinerario unico ad anello, della lunghezza di 25 Km e facilmente percorribile anche da famiglie e bambini, attraversa la campagna per far scoprire le bellezze naturalistiche dei fontanili e delle risorgive che caratterizzano questo territorio. Il percorso è in piena sicurezza grazie ad attraversamenti controllati e con possibilità di varie tappe di ristoro.

Scegli da dove partire, ci sono 4 punti di partenza: Antegnate, Covo, Fara Olivana e Fontanella. Partenza libera dalle 8.00 alle 14.00.

Per partecipare è obbligatoria l’iscrizione, compila il modulo scaricabile sul sito: Pianura da Scoprire e inviarlo a [email protected].

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome