Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Sabato 11 novembre alle ore 18.00, presso la Chiesa di San Cristo in via Piamarta a Brescia, verrà inaugurata “Cina, ieri e oggi”, 16ª mostra didattica dei missionari saveriani, che rimarrà aperta fino al 4 di marzo. L’inaugurazione sarà preceduta, alle 17.00, da una conversazione con il prof. Fabrizio Tosolini, saveriano, titolata “Cina: scoperte e mistero”, introduce il prof. Pierluigi Felotti, rettore dei Missionari Saveriani di Brescia. Seguirà un momento corale con bambini cinesi ed uno spettacolo dell’Accademia di danza “A.S.D. Taishan” di Brescia che eseguirà la spettacolare Danza del Leone (2 ballerini e 4 suonatori). Trasferimento nella Sala delle Colonne per la visita alla mostra.

La civiltà cinese ha origine da piccoli insediamenti sorti lungo le vallate del Fiume Giallo e del Fiume Azzurro durante l’era del Neolitico. Le prime informazioni scritte risalgono alla dinastia Shang (1700 – 1046 a.C.). La cultura, letteratura e filosofia cinesi iniziarono il loro sviluppo durante la successiva dinastia Zhou (1045 – 256 a.C.). In questo periodo il territorio si suddivise in piccoli stati regionali, ed il potere centrale andò sempre più indebolendosi.

Nel 251 a.C. l’imperatore Qin Shi (da cui ha origine la parola Cina) unificò i bellicosi regni locali e creò il primo impero cinese. Le successive dinastie svilupparono sistemi di governo che permisero all’imperatore di mantenere il controllo dei suoi vasti territori.

La storia cinese risulta quindi caratterizzata da alternanza di periodi di unità e divisioni. Dal 1200 al 1350 ca. il territorio fu dominato anche da popoli provenienti dall’Asia Centrale, che furono poi assimilati dalla popolazione Han. Influenze culturali e politiche da molte parti del continente asiatico, portate da ondate successive di immigrazione, espansione ed assimilazione culturale, sono parte della moderna cultura della Cina.

Oggi la Cina è la seconda economia mondiale dopo gli Stati Uniti.

Partendo dalla sua esperienza millenaria, cerchiamo di proporre ad insegnanti, ragazzi ed adulti quanto sia inutile costruire muri fisici o ideologici.

La Cina ha costruito la più grande ed estesa muraglia del mondo per difendersi dalle invasioni; è riuscita comunque a mantenere la propria identità nel bene e nel male, credendo nei valori culturali e filosofici che l’hanno fatta crescere.

Così tutti noi possiamo e dobbiamo imparare ad essere tolleranti ed accoglienti verso gli altri, chiunque essi siano.

Accanto alla mostra sono allestiti, solo durante la mattina e solo per le scuole, dei laboratori didattici per la conoscenza di come sono costruiti gli ideogrammi di alcune parole cinesi, con diversi gradi di apprendimento a seconda dell’età, con la collaborazione della prof.ssa Liu Bin, insegnante di madre lingua cinese e Presidente della Associazione Culturale “HUA XIA”, e con diversi gradi apprendimento a seconda dell’età.

La partecipazione al laboratorio prevede un contributo di € 2,50 ad allievo. Si raccomanda di prenotare per tempo sia la visita alla mostra sia al laboratorio. Informazioni e prenotazioni al numero 349 3624217.

A tutte le classi sarà proposto di preparare, su uno schema fornito all’ingresso, un elaborato che verrà valutato e premiato alla fine della mostra.

Quest’anno il netto ricavo della mostra sarà devoluto alle opere missionarie dei Saveriani di Brescia.

A corollario della mostra sono previsti, presso la chiesa di San Cristo, alcuni eventi culturali:

  • Sabato 23 dicembre, ore 20.30 – Concerto del Corpo musicale “Giuseppe Scotti”
    di Nuvolera diretto dal maestro Giulio Piccinelli. Ingresso libero.
  • Venerdì 9 febbraio, ore 20.30 – Serata di gruppi corali: Coro Ugolini di Brescia; Coro “Eco delle Valli” di Luisiana (Vicenza); Coro di Santa Maria Assunta di Bonate Sopra (Bergamo). I cori saranno coordinati dal maestro Romano Marelli di Brescia. Ingresso libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *