Tempo di lettura: 2 minuti

Si svolgeranno al cinema Stensen di Firenze, nell’intera giornata di domenica 8 maggio, i lavori della giuria italiana dello Young Audience Award, che, insieme a quelle di altri 29 paesi d’Europa, eleggerà il miglior film europeo per ragazzi 2016.

Lo Young Audience Award rientra nell’ambito dell’European Film Award, l’Oscar del cinema europeo, ed è assegnato dall’insieme delle giurie di ragazzi dai 12 ai 14 anni formate nei diversi paesi partecipanti. L’edizione 2015 ha coinvolto 1.500 ragazzi di 25 nazioni diverse, un record che sarà superato nel 2016.

Quest’anno per la prima volta sarà Firenze a rappresentare l’Italia e il cinema Stensen a organizzare per il nostro paese lo Young Audience Film Day, il giorno in cui la votazione si svolgerà contemporaneamente in 30 paesi d’Europa.

Domenica 8 maggio dalle 9.30 alle 19.00 circa, una giuria di 120 ragazzi, muniti di badge e schede ufficiali di votazione, si riunirà nella sala della Fondazione Stensen per vedere i 3 film candidati al premio, selezionati da una commissione dell’Efa.

Tra una proiezione e l’altra i ragazzi confronteranno le loro opinioni sui film con la guida di un esperto, e si rifocilleranno al buffet aperto tutto il giorno. Durante la giornata saranno connessi in videoconferenza con i loro colleghi stranieri, potranno fare domande in diretta ai registi dei film e registreranno una videoclip che presenterà la città di Firenze e i risultati della votazione in eurovisione.

In conclusione dei lavori riceveranno un attestato di partecipazione e avranno la possibilità di seguire la cerimonia di premiazione in streaming sul sito.

E’ ancora on line  il questionario per la selezione dei 120 ragazzi della giuria fiorentina. Il questionario, che valuterà la ‘temperatura cinefila’ dei giovani candidati, è destinato a ragazzi fra i 12 e i 14 anni curiosi di scoprire storie e culture d’Europa attraverso il cinema, e di mettersi alla prova come giurati. L’evento è realizzato in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.

I tre film finalisti, tutti sottotitolati in italiano, sono: Girls lost di Alexandra-Therese Keining (Svezia/Finlandia, 104’); Miss Impossible di Emilie Deleuze (Francia, 90’); Rauf di Baris Kaya & Soner Caner (Turchia, 94’).

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *