Tempo di lettura: 4 minuti

Genova – E’ arrivato nel capoluogo ligure, fino all’8 gennaio, la XVI edizione di “Circumnavigando Festival“, rassegna internazionale di Teatro e Circo Contemporaneo organizzata dall’Associazione Sarabanda in collaborazione con Boris Vecchio.

Per 17 giorni, 38 spettacoli a cura di 16 compagnie provenienti da tutto il mondo coinvolgeranno tutta la città: dai teatri – Teatro della Tosse, Teatro Modena, Teatro Altrove, Teatro Govi, e il restaurato Teatro Sociale di Camogli – ai palazzi cittadini tra cui Palazzo Ducale e Tursi, sino alle piazze e al celebre e atteso Tendone da Circo montato al Porto Antico.

Una manifestazione esplosiva e coinvolgente che porterà in città il meglio del Circo Contemporaneo internazionale, per intrattenere il pubblico genovese e non solo, durante tutte le vacanze natalizie, da Santo Stefano alla Befana ed oltre, con una grande festa per Capodanno sotto al tendone.

Una rassegna ricchissima, che include alcuni tra i migliori nomi del panorama circense contemporaneo: La Migration, Sugar, Collectif PORTE27/Marion Collé, Collettivo MagdaClan, Artekor Duet, Sôlta, Luca Tresoldi e molti altri.

canards_sugar
Compagnia Sugar

Circumnavigando Festival 2016 debutterà sabato 26 dicembre presso lo storico Palazzo Tursi con l’artista Mr. Mustache e sotto al Tendone da Circo al Porto Antico con il Collettivo MagdaClan e il suo nuovissimo cabaret dal titolo “E’ un attimo“, un mix tra musica dal vivo, acrobati aerei e non solo, manipolatori di oggetti danzanti e in equilibrio.

Il Tendone da Circo al Porto Antico, luogo di esibizione circense per eccellenza ospiterà interessanti compagnie e spettacoli, come “Cromosoma – vite in divenire” di Artekor Duet (il 28 dicembre) – una fusione tra danza contemporanea, teatro fisico, mimo corporeo e abilità circensi – e “Canards”, anteprima nazionale della Compagnia Sugar (il 29 e 30 dicembre), un lavoro di ricerca sul corpo che si ispira all’universo motorio e comunicativo degli animali e alle loro danze coreografiche e naturali, per diventare un documentario senza narratore, un mondo senza tempo dove i confini tra uomo, natura e Divino sono difficili da definire.

Il 28 e 29 dicembre, Palazzo Ducale ospiterà la prima nazionale di “Landscape” della compagnia francese La Migration: uno spettacolo che combina circo, performance fisica e lavoro plastico in stretta relazione con l’ambiente circostante, in questo caso il Salone del Maggior Consiglio, uno dei palazzi più importanti della città e fulcro delle principali attività culturali del capoluogo ligure.

landscape
Compagnia La Migration

Prosegue poi una fitta programmazione ricca di artisti e spettacoli tra cui Luca Tresoldi, la Comapgnia LPM, Berto, solo per citarne alcuni, che conduce dritti sino alla notte di Capodanno, appuntamento amatissimo per la città, occasione unica di festeggiare l’inizio dell’anno sotto il magico Tendone da Circo con una serata ricca di spettacolo e divertimento per tutte le età insieme a Collettivo MagdaClan, la Compagnia LPM, Luca Tresoldi e la band dal vivo Wateproof: 14 artisti e 5 musicisti per una serata imperdibile, aspettando insieme il brindisi di mezzanotte con spumante e panettone.

Circumnavigando Festival farà tappa anche a Camogli, dove lo spettacolo “Apesar”, della compagnia di circo franco-brasiliana Sôlta, sarà parte fondamentale degli eventi per la riapertura dell’appena restaurato Teatro Sociale di Camogli, tra i teatri più interessanti della riviera ligure.

Work-in-Progress: come ogni anno il Festival offrirà uno spazio speciale alle giovani Compagnie di circo contemporaneo. La XVIª edizione presenterà due realtà italiane: David & Thomas con “Ovvio”, uno spettacolo all’insegna della sfida dei propri limiti, e Veronica Capozzoli, del Kolektiv Lapso Cirk, che porterà in scena “11-Il tempo è una linea verticale”, una fusione di linguaggi del circo, della danza contemporanea, del teatro fisico e della prosa.

Circumnavigando Festival non è solo spettacoli ma anche incontri e approfondimenti.

cie_lpm
Compagnia LPM

#Comunicacirco. Il 27-28-29 dicembre, dalle ore 10.00, il Festival propone gratuitamente al proprio pubblico un corso di Storytelling articolato su tre giorni (previa iscrizione on line) dal titolo “#ComunicaCirco“, realizzato nell’ambito del progetto Quinta Parete > OPEN, di cui l’Associazione Sarabanda è partner, e sostenuto da MiBACT e Compagnia di San Paolo. In collaborazione con l’Associazione Giocolieri e Dintorni  verrà offerta una formazione sull’utilizzo dei social con tanto di prove pratiche proprio tra gli spettacoli del Festival in corso. A Palazzo Ducale, Sala del Camino.

Il lavoro dell’attore nel circo contemporaneo. Incontro aperto al pubblico dedicato agli autori e artisti (in lingua italiana). Il 28 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 15.00, a corredo di un cartellone già fitto di spettacoli, il Festival offrirà momenti di approfondimento, uno in particolare rivolto agli operatori del settore dal titolo “Il lavoro dell’attore nel circo contemporaneo. Un incontro tra artisti, autori e registi analizza e mette a confronto le tematiche del vocabolario circense, il ruolo della scrittura nella creazione, le differenze tra vocabolario circense e teatrale, l’approccio al linguaggio e la tecnica. A cura di Boris Vecchio e Roberto Magro, con: Boris Vecchio, Roberto Magro, Flavio D’Andrea, Alessandro Maida ed Enrico Bonavera.

Primo Meeting di progetto “Quinta Parete > Open”. Evento aperto ai soli partner. Il giorno 7 gennaio, alle ore 10.00, si apriranno i lavori del 1° meeting del progetto nazionale Quinta Parete > Open, una proposta elaborata dall’Ass. Giocolieri e Dintorni in collaborazione con una rete di scuole e festival di circo educativo attivi nelle regioni Piemonte e Liguria. Il progetto prevede nell’arco di 12 mesi una serie di attività specifiche per lo sviluppo e il coinvolgimento del pubblico, nonché la formazione di operatori con competenze di base in audience development/engagement.
“Quinta Parete > Open” è un progetto supportato dalla Compagnia di San Paolo, all’interno del bando OPEN 2016, e dal MiBACT all’interno del piano triennale del FUS 2015/2017.

Il programma completo.

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *