Tempo di lettura: < 1 minuto

È un mare di colori e profumi quello che avvolge in questi giorni i campi intorno al Monviso, territorio candidato con Saluzzo a Capitale italiana della cultura 2024.

In queste settimane di inizio primavera i filari dei frutteti ai piedi del “Re di Pietra” sono in fiore. Due i colori predominanti: rosa per i peschi, bianco per meli, albicocchi, ciliegi e peri. Basta fare una passeggiata a piedi o in bici nelle tante stradine secondarie che attraversano gli appezzamenti per godere di questo spettacolo della natura sempre sorprendente e anche così veloce e passeggero.

L’area saluzzese, uno dei più importanti poli ortofrutticoli italiani, è il luogo ideale per affrontare il tema del rapporto tra l’uomo e la natura, tra i capisaldi intorno a cui si sviluppa la candidatura a Capitale italiana della cultura 2024.