Valle Camonica (Brescia)- Torna protagonista il tema della sostenibilità in Valle Camonica, con la quarta edizione della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina.

La manifestazione, promossa dalla Comunità Montana di Valle CamonicaParco dell’Adamello, unitamente al Distretto Culturale di Valle Camonica e a Sapori di Valle Camonica, sarà accompagnata da una serie di appuntamenti che avranno luogo in varie località camune, durante i weekend dell’intero mese di giugno.

Un mese durante il quale si parlerà di sviluppo sostenibile nelle Alpi, proseguendo il percorso intrapreso con la prima edizione del 2012, focalizzando l’obiettivo su due eventi importanti per il territorio. A Milano è in atto l’esposizione universale EXPO 2015 – Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita-, le cui tematiche vennero anticipate durante le precedenti edizioni della Fiera.

Il 2015 è anche il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia avvenuta il 24 maggio 1915. Il fronte dell’Adamello fu quello che registrò le maggiori battaglie e sostenne un peso strategico rilevante. Proprio il 24 maggio, giorno del centesimo anniversario, ha avuto ufficialmente inizio la Fiera 2015 con l’inaugurazione della mostra “1915-1918 Giustizia Sommaria” in località Bazena (Breno), un’area ricca di testimonianze della Grande Guerra.

Un’ondata di iniziative invaderà l’intera Valle Camonica: dai convegni a tema, alle manifestazioni sportive come le prove di canoa e gare di mountain bike. Sarà l’occasione per avventure cinematografiche e letture sceniche della storia del Fiume Oglio, oppure per delle prime assolute come la ricerca dell’oro nel grande Fiume camuno, guidata dal pluricampione del mondo Molaschi – la Valle Camonica nuova terra promessa della corsa all’oro? Lo scopriremo!

Un programma variegato per dimostrare ancora una volta le potenzialità e la ricchezza, a volte indiscreta, del territorio camuno. Piccoli passi lungo la via dell’innovazione sostenibile che non soppianta, ma affianca, le tradizioni e si integra all’ambiente alpino senza comprometterne il delicato equilibrio.

“Ciò che sostiene una comunità sostenibile non è la crescita economica o il vantaggio competitivo bensì l’intera rete della vita, da cui dipende la nostra sopravvivenza a lungo termine. In altre parole una comunità sostenibile è progettata in modo che il suo stile di vita e di business, le sue strutture fisiche e le tecnologie non interferiscano con la capacità intrinseca della natura di sostenere la vita.”
[cit. Fritjof Capra]

Tutti gli eventi della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina 2015