Tempo di lettura: 1 minuto

Cremona – E’ da poco uscito il libro “Come giocavo“, uno scritto autobiografico del maestro Mario Lodi.

In questo libro, con l’inconfondibile stile pulito e poetico, Mario Lodi, sullo sfondo di un periodo storico dominato dal fascismo, racconta il mondo dei giochi e dei sogni della sua infanzia, il legame con la figura del padre e con la sua terra, radici profonde e determinanti nelle scelte della sua vita.

In Mario bambino emergono i tratti della personalità e alcune doti di Mario adulto: la profonda sensibilità, l’acuta capacità di osservazione, l’amore per la natura, la vena artistica, l’instancabile curiosità intellettuale, la spiccata fantasia, la fervida immaginazione e l’intelligenza creativa.

Il libro racchiude una piacevole sorpresa: le illustrazioni sono disegni di Mario Lodi scelte fra i suoi disegni e pitture conservate nell’archivio di famiglia.

Il volume, di 40 pagine al costo di 10,00 euro, è realizzato dalla “Casa delle Arti e del Gioco” in collaborazione con l’associazione GioNa e con i contributi di AGA, dell’assessorato allo Sviluppo e all’Istruzione del Comune di Cremona, della Biblioteca Statale di Cremona e dell’Istituto Comprensivo Campi di Cremona.

Il volume sarà presentato a Verona, venerdì 19 settembre alle ore 17.00, presso la  Biblioteca civica – Spazio Nervi, nell’ambito del Festival “TOCATI’- 12° Festival Internazionale dei Giochi di Strada“, in una tavola rotonda dedicata a Mario Lodi.

Il libro è disponibile anche nell’e-shop del sito della Casa delle Arti e del Gioco.

CONDIVIDI
Redazione di Popolis
Ci trovate a Leno, in piazza Dominato Leonense. Venite a trovarci. Per contattarci scrivete a: info@popolis.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *