Tempo di lettura: 2 minuti

Caro Mario, mi chiamo Tommaso e ho otto anni. Per me gli animali sono bellissimi, peccato che certi animali sono carnivori. Io vorrei sapere di che cosa morirò: di malattia o di cancrena?

Io sono un appassionato di Luigi XIV morto di cancrena. Pensa, lui è salito al trono a 5 anni per la morte di suo padre e poi ha sposato Anna d’Austria. Le parole che ha detto prima di morire sono: “Signore aiutatemi a soccorrermi”.

Io penso che la vita è piena di ostacoli. Ma la scuola è molto bella perché lavori con i tuoi compagni e giochi in compagnia. Il mio carattere è molto simpatico e spesso faccio ridere i compagni. Ciao.

risponde Mario Lodi
Caro Tommaso, è strana questa tua idea di pensare a come morirai, tu che sei allegro e simpatico. E soprattutto giovanissimo, con una lunga vita davanti. Devo dire che forse tutti, almeno una volta nella vita, hanno pensato quella cosa.

Cesare Zavattini, uno scrittore allegro e profondo, in un libro scrisse che gli sarebbe piaciuto sapere non “come” ma “quando” sarebbe morto. Tutti, diceva, hanno il diritto di sapere l’ora esatta, il giorno e l’anno in cui avrebbero chiuso gli occhi per sempre. E immaginò le scene: i preparativi della festa di addio, gli annunci, i dolcetti e i doni per chi resta, la presenza delle persone care da salutare e abbracciare, come quando si parte per un lungo viaggio. Ti piace l’idea? Scherzi a parte, pensa a giocare e a essere felice ora. Ciao.

CONDIVIDI
Redazione di Popolis
Ci trovate a Leno, in piazza Dominato Leonense. Venite a trovarci. Per contattarci scrivete a: info@popolis.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *