Tempo di lettura: 1 minuto

Leno (Brescia) – Mercoledì 23 gennaio, in occasione della settimana della “Giornata della Memoria 2019″, Fondazione Dominato Leonense e Lubes Leno hanno organizzato, presso il Forum di Cassa Padana, l’incontro “Eroi silenziosi della Seconda Guerra Mondiale”, con protagonista la signora Andreina Cenini che ha raccontato l’incredibile e straordinaria storia della propria famiglia durante l’ultimo conflitto mondiale.

La signora Andreina, una ragazzina all’epoca dei fatti, ha raccontato di suo papà, Pietro Cenini, noto antifascista di Chiari che dal ’43 fino alla fine della guerra aiutò numerosi ebrei e soldati cechi, ex prigionieri di guerra, a rifugiarsi in Svizzera.

Ci racconta anche di come abbiamo nascosto nella loro soffitta per ben 14 mesi, ed ebbero salva la vita, a differenza del tragico epilogo di Anna Frank, due ebrei milanesi, Luciano Pavia e sua madre Irma Levi Pavia, sfuggiti ad un rastrellamento nel milanese grazie all’aiuto di Maddalena “Ninì” Secchi, una cugina della famiglia Cenini.

A introdurre la testimonianza di Andreina è stato il giornalista Massimo Tedeschi che ha contestualizzato il periodo storico nella quale si è sviluppata la vicenda. Ha parlato del regime fascista, dell’ascesa del nazismo in Germania, delle leggi razziali in Italia del 1938, delle deportazione degli ebrei, dei campi di concentramento, della Shoa, della fine della guerra, del processo di Norimberga e altro ancora.

A moderare l’appuntamento è intervenuto il professor Angelo Baronio.

Di seguito potete vedere il video dell’incontro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *