Nella 7ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile continua la marcia al comando della capolista Multimedica Geas Sesto San Giovanni (Ercoli 16 punti e 10 rimbalzi) che si impone in trasferta nel derby milanese contro Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano (Toffali 18) priva di Maffenini e mantiene 2 punti di vantaggio sulla B&P Autoricambi Costa Masnaga (Rulli 16 e Mahlknecht 16 punti con 11 rimbalzi), la quale a sua volta supera in casa il Giants Marghera (Granzotto 13).

Maghera poi mantiene un leggero vantaggio sull’Ecodent Alpo Villafranca (Cabrini 17 punti ed 11 rimbalzi) che umilia in casa il pericolante Cus Cagliari capace di segnare il record negativo di punti stagionali (solo 20) e con 4 atlete autrici di 3 punti ed altre che hanno chiuso con 2.

Alle spalle della compagine scaligera troviamo la sorprendente Ecoprogram Castelnuovo Scrivia (Madonna 22) che si impone nel finale sul non facile campo della Fassi Gru Albino (Silva 15) e porta a 4 i punti di vantaggio sulle inseguitrici composte dal trio Velcofin Vicenza, Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano e TecMar Crema.

Le beriche (Brcaninovic 28 punti e 12 rimbalzi) passano in trasferta sul difficile campo della pericolante Itas Alperia Bolzano (Matic 22), mentre le milanesi come detto prive dell’ex Assi Cremona Maffenini cedono in casa al cospetto della capolista Multimedica Geas Sesto San Giovanni, mentre le cremasche (Nori 15) perdono malamente in casa a sorpresa contro la pericolante G&G International Pordenone (Madera 22) capace di realizzare un incredibile 12 su 17 da 3 punti!

Alle spalle di questo terzetto troviamo la Delser Udine (Vicenzotti 14) che si impone in casa senza problemi contro il Fanola San Martino di Lupari (Baldi 10 punti e 16 rimbalzi) e stacca di 2 punti il Giants Marghera sconfitto sul campo della B&P Autoricambi Costa Masnaga.

Venendo alla zona calda della classifica nulla da fare per la Fassi Gru Albino sconfitta in casa dall’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia, l’Itas Alperia Bolzano superata tra le mura amiche dalla Velcofin Vicenza e la Techfind San Salvatore Selargius (Arioli 16) che cede nel delicato scontro salvezza contro le milanesi de Il Carosello Carugate (L.Rossi 18 punti con 6 su 9 da 3 punti) che grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dalla compagine sarda. Essa viene raggiunta a quota 12 punti in classifica dalla G&G International Pordenone, che a sorpresa supera in trasferta le neovincitrici della Coppa Italia della Tecmar Crema, mentre insieme alle milanesi de Il Carosello Carugate troviamo anche le sarde del Cus Cagliari, nettamente sconfitte sul campo dell’Ecodent Alpo Villafranca.

A chiudere la classifica il fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari sconfitto nell’anticipo di sabato in trasferta sul campo della Delser Udine.


Vicenza – Si è tenuto nella serata di mercoledì 7 marzo l’atteso recupero della 4ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile che vedevano affrontarsi al PalaGoldoni di Vicenza le padrone di casa della Velcofin e le veronesi dell’Ecodent Alpo Villafranca. Al termine di una gara equilibrata l’ha spuntata la compagine scaligera che con questo successo mantiene il 3° posto in classifica a quota 34 punti, mentre le beriche rimangono ferme a quota 26 al 7°posto. Migliori realizzatrici Brcaninovic (VI) con 16 punti e Zampieri (Alpo Villafranca) con 13.

Questa la classifica aggiornata alla luce del recupero:

Geas Sesto San Giovanni punti 38, Costa Masnaga 36, Alpo Villafranca 34, Club Castelnuovo Scrivia 30, San Gabriele Milano 28, Team Crema 28, Vicenza 26, Giants Marghera 22, Libertas Udine 22, Edelweiss Albino 12, San Salvatore Selargius 12, Club Bolzano 12, Sistema Rosa Pordenone 10, Cus Cagliari 10, Lupe San Martino di Lupari 8, Carugate 8.

Questi invece i tabellini del match:

VELCOFIN VICENZA-ECODENT ALPO VILLAFRANCA 50-58

PARZIALI: 6-13, 28-24, 43-47

VELCOFIN VICENZA: M.Destro 5, Monaco 10, Mingardo 5, F.Destro 10, Stoppa, Gamba, Ferri 4, Brcaninovic 16, Santarelli n.e., Zanetti, Pizzolato n.e., Maculan n.e. All.: Chimenti.

ECONDENT ALPO VILLAFRANCA: Vespignani 10, Cabrini 7, Dell’Olio n.e., Viviani n.e., Zanella, Scarsi 7, Pusceddu n.e., Zanardelli 1, Zampieri 13, Ramò 11, Mancinelli 9, De Marchi n.e. All.: Soave.

ARBITRI: Giusto e Pietrobon.