Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. I Legumi, simbolicamente “prodotto povero”, sono i protagonisti di due giornate, 24 e 25 novembre, all’insegna del gusto e della biodiversità per scoprire mille curiosità sui legumi. La “Comunità Leguminosa” di Slow Food approda nelle antiche mura del maniero, simbolo della Bassa, per la Slow Beans Comunità leguminosa. Una mostra-mercato nazionale di legumi Presidio Slow Food e Comunità del Cibo oltre ad una presentazione e mercato i progetti della regione Lombardia.

Il programma:

Sabato 24 novembre si terrà una Conferenza delle condotte Slow Food della Lombardia, animazioni e laboratori per bambini; degustazioni guidate di prodotti locali e vini in abbinamento a piatti di legumi.

Domenica 25 novembre, invece, si potranno scoprire i fagioliadi, i fagioli della Lucchesia,  come momento di conoscenza, comunicazione e promozione dei prodotti attraverso la sdrammatizzazione della competizione semiseria dove i piatti degli espositori si sfidano e raccontano di legumi e territori.

Cos’è Slow Beans?

  • Un “comunità leguminosa” costituita da produttori di legumi Presidio Slow Food e Comunità del Cibo di che condividono pratiche e valori descritte nel loro manifesto.
  • Una mostra-mercato Nazionale di legumi Presidio Slow Food e Comunità del Cibo in genere abbinata ad altre manifestazioni di impatto sul territorio.

Quali sono gli elementi caratterizzanti di Slow Beans?

  • Focus sui migliori legumi storici d’Italia a rischio di perdersi, con presenza dei produttori.
  • Le Fagioliadi, gara di cucina, ove il pubblico giudica i piatti preparati dai produttori con giudizi su caratteristiche quali delicatezza, carattere ecc.

I produttori hanno l’opportunità di incontrarsi e confrontarsi sui temi in comune, presentando progetti locali e su piccolissima scala a un pubblico interessato e ai colleghi: una occasione per coordinarsi e rafforzarsi. L’auspicio è anche che, nella miriade di eventi dedicati al cibo, tantissimi sostenuti da contributi pubblici, che ogni giorno vengono realizzati in tutta Italia, trovino più spazio quelli che vedono protagonisti i legumi, che oggi rappresentano purtroppo una rarità.

Le prime edizioni si sono tenute a Capannori (LU), poi a Lucca nel prestigioso e bellissimo collegio San Frediano, quindi nel 2015 ad Orvieto, nel 2016, anno internazionale dei legumi, a Trento, a Mel (BL) l’ottava edizione nel 2017 e la nona edizione a Padernello nella splendida cornice del Castello quattrocentesco. Nel 2019 la manifestazione avrà una “taglia” ancora maggiore, avviandosi ad affiancare manifestazioni nazionali tematiche di grandissimo richiamo quali Cheese e Slow Fish.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *