Brescia. Venerdì 9 ottobre sarà possibile visitare, accompagnati da una guida, le sale di palazzo Gaifami, oggi sede della Croce Bianca di Brescia sito in via F.lli Bandiera 22. La giornata culturale è organizzata da Comitato Soci Coop Lombardia e da Fondazione ANT. La visita inizierà alle ore 17, sarà accompagnata dalla professoressa Roberta Pizzicara, architetto, e avrà lo scopo di mostrare alla cittadinanza uno dei simboli dell’arte decorativa del Settecento a Brescia ad opera dell’artista Carlo Innocenzo Carloni. Il pomeriggio culturale sarà chiuso da un aperitivo allestito presso il Palazzo con prodotti a marchio Coop, gentilmente offerti dal Comitato Soci.ANT

La partecipazione alla visita è a offerta libera. Ogni donazione sarà un piccolo grande gesto per continuare a sostenere le attività gratuite di assistenza socio-sanitaria domiciliare rivolte ai malati di tumore e i progetti di prevenzione oncologica portati avanti da Fondazione ANT sul territorio bresciano. Il pomeriggio è stato possibile grazie alla collaborazione con il Touring Club Brescia e della Croce Bianca, per la gentile e straordinaria concessione dell’utilizzo del palazzo, segno di stima verso l’operato di Fondazione ANT.

Nel frattempo continua per tutto il mese di ottobre la campagna Ciclamini della Solidarietà a sostegno di ANT: in molte piazze della città e della provincia sarà possibile trovare le piantine autunnali simbolo della prevenzione oncologica ANT. Durante il fine settimana i volontari ANT saranno presenti in Corso Zanardelli a Brescia e agli ingressi dei principali ospedali di Brescia. Quest’anno la manifestazione rafforza il suo messaggio benefico e sociale, con l’aiuto della Cooperativa CAUTO che affiancherà i volontari ANT nella logistica e nell’allestimento dei banchetti.Banchetto_Ciclamini_2015

La Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (vita in dignità). Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, oltre 100.000 sofferenti oncologici (dato aggiornato al giugno 2014). In 9 diverse regioni italiane, oltre 4.250 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al malato ed alla sua famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente circa 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.800 Volontari, iscritti nel registro ANT.ciclamini_4

Il supporto affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del malato. La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio dei progetti nel 2004 sono stati visitati gratuitamente oltre 104.000 pazienti in 70 diverse province italiane (dato aggiornato a dicembre2014). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT, sia all’interno dell’ambulatorio mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti ANT.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.